Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 28 settembre 2020 (856) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Crossroads of Europe
» All'origine delle guide turistiche
» La Chiesa di San Lanfranco tra Medioevo e Rinascimento
» Dopo la Brexit, quale futuro per l’Europa
» Il Giubileo del Concilio e di Papa Francesco
» Una serata per il Sì
» Cambiamo per il cambiamento climatico
» Quo Lux Ducit
» Operare nell’emergenza Ebola
» I Giovedì del Collegio Cairoli
» La Ricerca della Felicità
» Mario Pavan, 40 anni di studi e ricerche in giro per il mondo.
» Babilonia: archeologia e mito
» Tutti i segreti dell’energia elettrica
» Abitare nell'antichità: forme e modelli
» Charles Dickens e la trascrizione del parlato
» Dalle mummie a Caravaggio
» Arte e guerra
» Donne e Pubblicità
» Leggere il pensiero non è più fantascienza

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 5141 del 6 febbraio 2007 (2214) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Le maioliche pavesi
Vassoio appartenente alla collezione dei Musei Civici di Pavia, proveniente dal Legato Malaspina, al cui centro è adagiato un bigliettino su cui si legge: “Sr. M.ra Clara Formenti - S.ta Chiara Pauia”
Venerdì prossimo la dottoressa Paola Casati Migliorini terrà una conferenza sul tema “Le Maioliche di Pavia”, prendendo lo spunto da una sua pubblicazione del ‘92 edita in collaborazione con la Delegazione FAI allora in carica e facente parte di una Trilogia dedicata alla città di Pavia ed al suo territorio, iniziata con un quaderno su “S. Siro e le sue immagini” e conclusa con “Il Grand Tour a Pavia e nel Pavese”.
 
L’attuale Delegazione, come ha già fatto gli anni scorsi per le altre due pubblicazioni ha organizzato questo incontro da un lato per riproporre questo interessante testo che fornisce ricche informazioni sulle fornaci pavesi, sulle tecniche utilizzate e sui manufatti più significativi delle collezioni pubbliche e private, e dall’altro per ampliare il discorso attraverso la visione di tutte le maioliche esposte nei nostri Musei e l’illustrazione di alcuni reperti inediti.
 
A Pavia le manifatture ceramiche erano ubicate lungo il corso del Ticino a sud della città e in Borgo Basso, al di là del fiume, zona tradizionalmente “artigiana”, dove sono documentate fornaci sia laterizie che di più pregiata maiolica.
Da sempre il fiume è stato per la città una fondamentale e strategica arteria di comunicazione che ha permesso lo sviluppo del commercio e la conseguente circolazione di mezzi di ogni tipo. Infatti, già nell’XI e XII secolo, compaiono a Pavia le prime raffinate ceramiche islamiche decorate con il prezioso “lustro” metallico ad imitazione dell’oro ( i “bacini”) che avranno tale successo da stimolare la nascita di una produzione ceramica locale a partire dal XIII / XIV secolo.
 
Da quest’epoca inizia la storia “moderna” della ceramica di Pavia: a partire dalla splendida produzione “a graffito” del XV e XVII secolo, alla maiolica alla “faentina” della fine del Cinquecento, passando attraverso il seicentesco fenomeno “Cuzio” fino alla splendida fioritura della maiolica pavese a cavallo tra Seicento e Settecento, dalla dotta iconografia a scenografie barocche e dalle raffinate forme a sbalzo mutuate dai più preziosi argenti.
 
Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo sponsorizzato dalle Cantine La Versa, sommelier il signor Carlo Aguzzi (le prenotazioni si raccolgono presso la Libreria Cardano di via Cardano - Pavia).
 
 Informazioni 
Dove: presso il Castello Visconteo di Pavia (entrata Rivellino)
Quando: venerdì 16 febbraio 2007, ore 18.00
 

Comunicato Stampa

Pavia, 06/02/2007 (5141)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool