Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 14 aprile 2021 (441) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un anno al Fraschini
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Caffè Corretto
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
» Ogni volta che si racconta una storia
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Spirito di Copenaghen
» Quà quà attaccati là
» Sette topi in cucina. Chi ha paura di Le Grand Miaò?
» Stelle Erranti. Perché il vento non le porti via
» Sogno di una notte di mezza sbronza
» Piccoli Crimini Coniugali
» Ed ero più mata de prima
» Fabule & Scarpule
» Il Mercante di Monologhi
» Tramp

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 5128 del 5 febbraio 2007 (2402) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La vedova allegra
La vedova allegra
Cento anni e non dimostrarli.
Nel dicembre del 1905 andava in scena a Vienna la prima de “La vedova allegra”, operetta di Leo Stein e Victor Léon musicata da Franz Lehàr, destinata ad entrare nell’immaginario collettivo come autentico simbolo della Belle Epoque.
Il TeSS – Teatro Sociale di Stradella accoglierà la Compagnia Corrado Abbati, titolare in esclusiva per l’Italia della prestigiosa “Edizione del centenario”, realizzata in collaborazione con le Edizioni Suvini – Zerbini di Milano.
 
Nuovi costumi, nuove scene, nuove coreografie, nuova regia. “La vedova allegra” presentata a Stradella è segnata da un pieno rinnovamento, pur nel solco della tradizione che le musiche di Lehàr hanno tracciato.
Interpretazione filologica delle partiture, dunque, ma in aderenza a quanto indicato dallo stesso Lehàr spazio all’anima più divertita e giocosa dell’operetta.
 
Del resto la trama, giocata sul perpetuo ripetersi di inganni e situazioni comiche, ben si presta ad una lettura agile e scanzonata. Anna, ricca ereditiera, conserva tutti i propri averi nelle banche del piccolo regno di Pontevedro, che considera tale patrimonio indispensabile alla propria salute finanziaria.
Per preservare il privilegio i maggiori notabili del regno si danno un gran daffare per mettere sulla strada di Anna un loro connazionale, nel timore che un nuovo matrimonio, se contratto con uno straniero, possa significare la liquidazione del cospicuo conto corrente... La situazione non può che intricarsi quando ad Anna è proposto Danilo, vecchia fiamma tanto amata quanto odiata: inevitabili le fughe e i ricongiungimenti, in un valzer continuo di scenate, inganni e ripensamenti. 
 
  
 
 Informazioni 
Quando: Venerdì 9 febbraio 2007, ore 21.00
Dove: TeSS – Teatro Sociale di Stradella
Biglietti: euro 7,00 – 25,00
Info e prenotazioni: 0385/49264
 

Comunicato Stampa

Pavia, 05/02/2007 (5128)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool