Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 28 novembre 2020 (380) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Una nuova luce su Pergolesi
» Festival Ultrapadum: 25^ edizione
» PaviaPhone - Aprile
» Le nuove uscite del nuovo anno
» Concorso Lirico Internazionale “Teatro Besostri”
» Montalto Pavese come Buenos Aires
» Borghi&Valli: anteprime di giugno
» La musica rinascimentale e la musica barocca
» Roberto Durkovic: Oltre il ponte
» Oh questa è bella!
» Rock Valley Festival
» Hildesheim e Pavia gemellati in musica
» "Un Anno Incantato"
» La musica barocca di Vox Organi
» Guido Bolzoni: Happening
» Silvio canta Negroni
» “I Tesori di Orfeo”, IV edizione
» Dai classici a Gershwin
» Sinfonie … al TeSS
» Viaggi è Gospel!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 5091 del 24 gennaio 2007 (3045) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Viaggio nella musica classica
Viaggio nella musica classica
Il padre della sinfonia, il genio ribelle della musica classica, l’estremo sperimentatore. Haydn, Mozart, Schulhoff: domenicail “TeSS” ospita un viaggio nella musica classica lungo duecento anni.
 
Protagonista l’Orchestra da Camera Milano Classica, in pedana il m° Massimiliano Caldi, in programma brani noti e meno conosciuti, pagine che segnano l’evoluzione dello stile musicale dal XVIII secolo agli anni d’oro della dodecafonia e della microtonalità.
 
Si apre con i Tre pezzi per archi op. 6 WV5 di Erwin Schulhoff, compositore ceco che più di ogni altro ha saputo capire le avanguardie proposte da Stravinsky e Schoenberg, spingendosi su un terreno dove la classica esce dai suoi canoni tradizionali per affrontare linguaggi quasi jazzistici e strizzare l’occhio ad esotici ritmi tribali.
La scelta di omaggiare Schulhoff risulta indovinata non solo sotto il profilo musicale: nella settimana che vede celebrare il ricordo della Shoah risulta importante momento di riflessione il confronto con un autore martire della persecuzione nazista, morto nel 1942 nel campo di concentramento di Wulzburg.
 
Spazio poi alla Sinfonia in sol maggiore n° 88 di Frederic Haydn, esempio dell’incredibile freschezza compositiva dell’autore che ha traghettato la musica dal barocco verso i prodromi del romanticismo; infine “un classico della classica”: quella Sinfonia “Jupiter” di W.A. Mozart che Woody Allen ha indicato come una delle cose per cui vale la pena vivere...
 
 
 Informazioni 
Quando: domenica 28 gennaio, ore 21.00
Dove: TeSS – Teatro Sociale di Stradella
Ingresso: euro 10,00;  ridotto 8,00
Infoline: 0385/240121
 

Comunicato Stampa

Pavia, 24/01/2007 (5091)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool