Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 15 dicembre 2019 (208) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» Festa del Roseto
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Mercatino del Ri-Uso a Borgarello
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Tracce
» IT.A.CÀ
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 4677 del 2 ottobre 2006 (1827) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Palio delle Contrade: via al 26°
Un'immagine del corteo della scorsa edizione
Dame e cavalieri, nobildonne e messeri, maestri d'arte, musici e poeti animeranno il Castello Visconteo Sforzesco e il centro storico cittadino per un intero fine settimana: torna a Vigevano il Palio delle Contrade nella sua, sfarzosa, 26^ edizione.
 
Nato nel 1981 con l'intenzione di onorare il Beato Matteo Carreri, patrono della città, il Palio è una manifestazione che non ha nulla di inventato: tutto è frutto di ricerche e di fedeli ricostruzioni storiche, dai costumi dei figuranti ai giochi ispirati alla tradizione, fino alle ricette, che proposte in varie occasioni di degustazione, pur se reinventate per il palato moderno sono state ritrovate nei menù del tardo ‘400… Caratteristiche queste, che hanno reso possibile l’affiliazione del Palio delle Contrade alla Federazione Italiana giochi storici, unica Associazione esistente in questo campo in Italia che raggruppa le migliori e più antiche tradizioni popolari nel nostro paese (una sessantina in tutto, di cui solo 4 in Lombardia)
 
Storia, cultura e tradizioni locali si riuniscono dunque nella kermesse che, coinvolgendo più di cinquecento figuranti suddivisi in dodici contrade cittadine, rievoca il magnifico periodo del Ducato milanese a Vigevano.
 
Prediletto per il suo maniero e per le amene valli del Ticino, il borgo di Vigevano era, infatti, luogo di svago di Francesco I Sforza, il valoroso condottiero al soldo di Filippo Maria Visconti, che nel 1441 sposò Bianca Maria Visconti - ultimogenita del Duca di Milano - e nel 1450 divenne nuovo duca della città; mentre già nel 1449 Vigevano lo riconobbe come suo Signore.
 
Tornei di giochi di abilità e giostre, danze e spettacoli d'ogni sorta, sontuosi banchetti rallegrano, oggi come allora, in un sottofondo di tamburi e chiarine, la corte in festa ricreando i fasti dell’epoca in una magica atmosfera d'altri tempi.
 
Cortei di nobili e popolani in abiti di preziosissima foggia, con gonfaloni e bandiere, armonie di note e danze rinascimentali, odori di spezie e succulente pietanze, mirabili opere artigiane e ricostruzioni di varie ambientazioni, dalla bottega del ciabattino ai lanaioli, dal fabbro al fornaio, accoglieranno i visitatori nel cortile e nelle strutture del castello. 
 
La manifestazione prenderà il via venerdì sera con la fiaccolata dei figuranti del Palio in onore del Beato Matteo, mentre per sabato è prevista una Cena d'epoca allietata da musici, balletti e scaramucce a fil di lama nella Cavallerizza del Castello.
 
Il clou dell’evento sarà, come di consueto, nella giornata di domenica, in cui accedendo alla Strada Sotterranea sarà possibile visitare l’antico borgo dove troveranno posto i gusti, i sapori, gli oggetti, gli attrezzi e i colori delle Corporazioni delle Contrade.
Dopo che il corteo storico della Corte ducale e delle Contrade avrà attraversato le vie del centro e raggiunto il cortile del castello, i rappresentanti di queste ultime si sfideranno nella tradizionale tenzone per la conquista del cencio.
 
Il Palio, opera d'arte di un illustre concittadino, viene assegnato alla Contrada che totalizza il miglior punteggio nel gioco dell'Albero del Melo Cotogno, nella sfida con le carriole, nella corsa con il cerchio, riservata alle damigelle, e nella ricostruzione della Torre del Bramante… La contrada vincitrice ringrazierà il Beato Matteo con una Santa Messa che verrà celebrata il lunedì serà nella chiesa di San Pietro Martire.
 
 
 Informazioni 
Dove: centro storico e castello di Vigevano
Quando: dal 6 al 9 ottobre 2006
Per informazioni:
Tel.: 0381/692049 -0381/690370
E-mail: info@paliodivigevano.it
Web: sul sito ufficiale della manifestazione il programma completo degli eventi

 

La Redazione

Pavia, 02/10/2006 (4677)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool