Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 15 novembre 2019 (219) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Severino Boezio: la filosofia tra religione e poesia
» Le carte di Eugenio Montale negli archivi italiani
» La famiglia contemporanea: un ritratto a colori
» Studi sull'alto medioevo pavese
» Natuzza Evolo-Mistero di una vita
» La pomella genovese
» Sostenibilità energetico-ambientale e università
» Le chiavi nascoste della Musica
» Cellule, Reti e Matematica
» Dimensioni Rurali a convegno
» La cultura: una risorsa o un costo?
» Cyber-Etico
» Bambini speciali
» La bici... di Leonardo
» Muoversi in bici in città: potenzialità e fattori di criticità
» Il Consumo di Suolo: il punto, 3 anni dopo
» Il Rischio idrogeologico in Oltrepò Pavese
» Anticorpi di legalità al contagio mafioso
» Storia e storie
» Donne in economia e in politica

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 4643 del 25 settembre 2006 (3381) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Novità in campo oncologico
La copertina della rivista
Il recente numero (agosto 2006) di Nature Medicine che ha avuto una grande risonanza, tanto da meritarsi un editoriale sullo stesso numero della rivista, ha riportato un lavoro di ricercatori del Children Hospital di Chicago, in cui si dimostra che l'impianto di un melanoma maligno nell'embrione di Zebrafish, non provoca un tumore, ma da origine ad un pesce normale.
L'impianto invece del melanoma maligno in un pesce adulto ha originato un tumore nel pesce.
I ricercatori concludono che il microambiente enbrionario controlla la crescita tumorale, attraverso una regolazione epigenetica della cellula maligna.
 
Gli studi dei ricercatori del Children Hospital confermano così in pieno i lavori di Pier Mario Biava (gli Zebrafish adulti sviluppatosi dagli embrioni impiantati con il tumore ne sono l'esempio vivente). Biava da molti anni sta lavorando sulla regolazione epigenetica dei tumori, con numerosi esperimenti in vitro, in vivo e attraverso studi clinici nell'uomo.
Infatti in uno studio clinico randomizzato su 179 tumori primitivi del fegato in fase intermedia ed avanzata, è stata dimostrata l'efficacia dei fattori prelevati da embrioni di Zebrafish nel momento in cui le cellule staminali si differenziano da totipotenti (in grado di dare cioè origine ad un nuovo essere) a pluripotenti (in grado di differenziarsi in diversi tessuti, ma non più di originare un nuovo embrione).
 
Questi fattori sono in grado di effettuare una regolazione epigenetica del tumore, attraverso una diversa espressione dei geni fondamentali del ciclo cellulare. In questo modo il ciclo si blocca e vengono avviati due processi: una riparazione dei danni che hanno dato origine alla malignità e le cellule si ri-normalizzano, oppure una attivazione dei geni dell'apoptosi (morte cellulare programmata) e le cellule muoiono. Si interrompe comunque la moltiplicazione indefinita delle cellule che caratterizza il tumore.
 
I ricercatori del Children Hospital di Chicago conoscono i lavori di Biava, rimanendo colpiti dal fatto che Biava è già approdato ad una terapia nell'uomo. Per questo la professoressa Mary J. C. Hendrix, Presidente e Direttore Scientifico del Children Hospital di Chicago, oltre che Senior Author dell'articolo ricordato, ha invitato Biava a Chicago.

Su questi temi si discuterà venerdì in un importante Convegno organizzato dall'Almo Collegio Borromeo di Pavia, dove si parlerà dei Trattamenti innovativi in campo oncologico.
 
Gli interventi verranno moderati dai professori dell’IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia Emilio Imparato - Coordinatore Attività Assistenziali Struttura di Ginecologia e Ostetricia - e Arsenio Spinillo - Direttore incaricato Clinica Ostetrica e Ginecologica.
 
Questi i relatori e le rispettive relazioni che verranno presentate al convegno:
 
Marco Danova - Oncologia Medica, IRCCS Policlinico S. Matteo di Pavia
Terapie cellulari nei tumori solidi: applicazioni attuali e prospettive future

Franco Locatelli - Ematologia Pediatrica, IRCCS Policlinico S. Matteo di Pavia
Approcci innovativi di terapia cellulare nel trapianto allogenico di cellule staminali emopoietiche

Giuseppe Martucciello - Chirurgia Pediatrica, IRCCS Policlinico S. Matteo di Pavia
Neurocristopatie semplici,complesse e neoplastiche: la chirurgia pediatrica e prospettive sperimentali con uso di cellule derivate dalle creste neurali
 
Claudio Scarabelli - Ostetricia e Ginecologia, Ospedale di Broni-Stradella - Responsabile del Centro di Oncologia Ginecologica Azienda Ospedaliera della Provincia di Pavia
Nuove terapie nel carcinoma ovarico avanzato
 
Mauro Longoni - U.O.C. di Chirurgia, Ospedale di Sesto San Giovanni
La chirurgia mini-invasiva in oncologia
 
Pier Mario Biava - U.O.C. di Medicina del Lavoro, Ospedale di Sesto S. Giovanni
L'utilizzo dei fattori di differenziazione delle cellule staminali nel controllo della crescita tumorale
 
Tito Livraghi - U.O.C. di Radiologia, Ospedale Civile di Vimercate
L'impiego dei fattori di differenziazione delle cellule staminali nel trattamento dell'epatocarcinoma in fase intermedia-avanzata
 

 
 Informazioni 
Dove: Almo Collegio Borromeo, Piazza Borromeo, 9 - Pavia
Quando: venerdì 29 settembre 2006, ore 15.00
 

Comunicato Stampa

Pavia, 25/09/2006 (4643)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool