Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 20 novembre 2019 (198) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 4512 del 21 luglio 2006 (4842) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Golgi, architetto del cervello
Golgi, architetto del cervello
Il 1906 è un anno eccezionale per la cultura italiana. A Stoccolma vengono insigniti del premio Nobel due rappresentanti del nostro paese: Giosué Carducci per la letteratura e Camillo Golgi per la medicina.
 
All’opera scientifica di quest’ultimo e ai riflessi che ebbe sull’evoluzione della medicina fino ai nostri giorni è dedicata la mostra Golgi, architetto del cervello che il Sistema Museale dell’Università degli Studi di Pavia organizza dal 9 settembre al 19 dicembre 2006 negli spazi dei Nuovi Istituti Universitari.
 
La mostra affronta temi più che mai attuali e affascinanti, che furono oggetto delle ricerche di Golgi negli anni di attività a Pavia presso l’Istituto di Patologia Generale dell’Università: il funzionamento del cervello, la struttura della cellula, le origini dell’infettivologia.
 
Le scoperte dello scienziato in questi campi rappresentano dei capisaldi delle scienze mediche, tanto che ancora oggi portano il suo nome: l’apparato di Golgi, componente fondamentale della cellula, così presente nella letteratura scientifica che non vi è studente liceale che non lo abbia studiato; la legge di Golgi, che descrive lo sviluppo nel sangue del  microrganismo che provoca la malaria, sulla base della quale fu possibile somministrare correttamente il chinino, rendendo efficace il trattamento dei malati; la “reazione nera”, o “metodo di Golgi” tecnica istologica ideata dallo scienziato, che  permise di osservare la fine struttura del sistema nervoso centrale, presupposto indispensabile per i successivi sviluppi delle neuroscienze.
 
Le tre sezioni didattico-scientifiche - neuroscienze, citologia, infettivologia - e il percorso biografico dell’esposizione fanno luce su questi argomenti, non solo attraverso documenti inediti, ma soprattutto con l’esposizione di rari strumenti scientifici e preparati anatomici del Settecento.
 
Numerosi exhibit interattivi, inoltre, consentiranno ai visitatori di sperimentare direttamente il fascino della ricerca attraverso la riproduzione di esperimenti che hanno fatto la storia della medicina e di vivere interessanti esperienze percettive e sensoriali in grado di mostrare le sottili complessità di quel favoloso e misterioso mondo che è il cervello umano.
 
Camillo Golgi
L’esposizione rientra nelle Celebrazioni Golgiane, realizzate dall’Ateneo pavese e dall’Università di Brescia, con il patrocinio del Senato della Repubblica, del Ministero dell’Università e della Ricerca e della Regione Lombardia, per onorare l’assegnazione del Nobel all’illustre scienziato: le manifestazioni prevedono, oltre alla mostra, numerosi congressi scientifici, cui parteciperanno personaggi di rilievo internazionale della medicina e delle scienze.
 
Con Golgi, architetto del cervello, inoltre, il Sistema Museale di Ateneo continua la programmazione di eventi scientifici diretti al grande pubblico, iniziata il precedente anno con il successo della mostra Albert Einstein, ingegnere dell’universo, nata da una collaborazione con il Max Planck Institut di Berlino per la Storia della Scienza, con l’Università Ebraica di Gerusalemme, il Deutsches Museum di Monaco, l’Istituto e Museo di storia della Scienza di Firenze e le Università di Bologna e di Bari, che ha portato a Pavia 25.000 visitatori.
 
Al termine dell’esposizione si prevede di trasferire la mostra in altre sedi lombarde.
 
 
 Informazioni 
Quando: dal 9 settembre al 19 dicembre 2006
Orari: lunedì-sabato: 9.00- 13.00 / 14.00-18.00, domenica e festivi: 10.00-19.00
Dove: c/o Nuovi Istituti Universitari, via Ferrata, località Cravino - Pavia
Ingresso: intero 7,00 euro, ridotto 5,00 euro, scuole 3,00 euro; gratuito bambini 0/6 anni; gruppi euro 5,00 (minimo 15 persone)
Per informazioni:
Tel.: 0382 304578/301864
E-mail: mostre@echo.pv.it
 

Comunicato Stampa

Pavia, 21/07/2006 (4512)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool