Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 23 novembre 2019 (298) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Festival di Musica Sacra
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Concerto di pianoforte
» Patti Smith a Pavia
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 4493 del 14 luglio 2006 (1747) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Baustelle a Vigevano
Baustelle a Vigevano
In concerto per la rassegna '…eLeMenti Musicali 2006',  i Baustelle approdano domenica sul palco allestito nel cortile del Castello Sforzesco di Vigevano, tappa del loro tour estivo iniziato a fine maggio.
 
Il progetto Baustelle nasce a Montepulciano (Siena) nella seconda metà degli anni '90... e da allora sono “lavori in corso”, questo sembra significare la parola tedesca (da pronunciare in assoluta libertà) che dà il nome al gruppo costituito da Rachele Bastreghi (voce, synth, piano elettrico, clavinet, organo, percussioni), Francesco Bianconi (voce, chitarre, synth, organo), Claudio Brasini (chitarre) e Claudio Chiari (batteria, percussioni, synth).
 
Dopo la solita trafila di demo, arriva l'esordio discograficonel 2000 con 'Sussidiario illustrato della giovinezza' (Baracca&Burattini/Edel), con la produzione artistica di Amerigo Verardi.
Il disco si guadagna importanti riconoscimenti (Miglior disco italiano d'esordio per Musica & Dischi, Premio Fuori dal Mucchio organizzato da Il Mucchio Selvaggio) e suscita grande curiosità e apprezzamenti fra pubblico ed addetti ai lavori per la sua (ri)costruzione di quarant'anni di pop: vi si ritrovano infatti la canzone d'autore francese e italiana, l'elettronica, la new wave, le colonne sonore anni sessanta/settanta, la bossa nova.
 
A distanza di quasi tre anni, dopo un cambio di etichetta discografica (autoproduzione in partnership con BMG Edizioni, distribuzione Venus) il 23 maggio arriva il secondo album: 'La moda del lento', registrato e mixato in diversi studi, fra cui le Officine Meccaniche di Mauro Pagani.
'La moda del lento' prosegue, ampliandolo e amplificandolo, il percorso intrapreso con il disco precedente. L'obiettivo è anche questa volta la canzone d'autore e pop, nel senso più nobile del termine. Anche questa volta Baustelle collabora con Amerigo Verardi, in veste di co-produttore artistico.
 
Il disco riceve un ottimo consenso fra la critica, specializzata e non (fra gli altri: Repubblica, Corriere della Sera, Rockerilla, il Mucchio Selvaggio, Elle, Vogue, ecc.).
Il primo videoclip estratto dall'album è quello di ‘Love affair’, diretto da Lorenzo Vignolo. Entra in programmazione su MTV a settembre, all'interno della fascia serale-notturna, e in breve tempo supera le piu' rosee aspettative. Viene "promosso" infatti nel palinsesto diurno dell'emittente.
 
Nel novembre 2003, in occasione del M.E.I., Baustelle riceve il Premio Musica Indipendente (alla sua prima edizione, votato da un ampio gruppo di giornalisti e addetti ai lavori del mondo musicale italiano) come "Miglior gruppo dell'anno".
 
Con la primavera 2004 arriva un nuovo video. Si tratta di ‘Arriva lo ye-ye’, diretto anche questa volta da Lorenzo Vignolo.
Contemporaneamente viene pubblicato un cd single, contente un remix a cura dei Delta V.
Nel 2005 esce per Warner Music Italy / Atlantic il terzo lavoro dei Baustelle, La Malavita’, registrato da Carlo U. Rossi, produttore storico del rock italiano. Il disco, come il titolo lascia immaginare, raccoglie undici canzoni-manifesto del male di vivere.
Più “vero”, rock e potente di ‘La Moda del Lento’, il disco sintetizza con eleganza italiana il wall of sound di Phil Spector (un’orchestra d’archi suona in sei pezzi), le colonne sonore dei poliziotteschi, Gainsbourg, la canzone d’autore italiana, il punk primordiale newyorkese di Modern Lovers, Television, Blondie e Ramones.
 
 
 Informazioni 
Quando: domenica 23 luglio 2006, ore 21.30
Dove: Castello Sforzesco - Vigevano
Ingresso: 10,00 euro
 
 
Pavia, 14/07/2006 (4493)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool