Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 18 settembre 2019 (331) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Il romanzo di Baslot
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Prima che le foglie cadano
» Presentazione inutile
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 4324 del 5 giugno 2006 (2934) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
40 Artisti in Lomellina
La locandina della mostra
Nata allo scopo di far conoscere le tendenze più attuali anche al pubblico di provincia di Pavia, è stata inaugurata sabato scorso la collettiva di arte contemporanea40 Artisti in Lomellina”. Suggestiva cornice, tra le risaie lomelline, le mura di un antico maniero medievale, quelle del Castello Arborio Gattinara in Sartirana.
 
Nella presentazione della mostra a cura di Marco Leva, viene spiegato cheQuesta collettiva di 40 artisti contemporanei - di età diversa e, alcuni di fama nazionale e internazionale, altri con un pubblico soprattutto locale, ma attento e partecipe - ha il suo nucleo generativo in un ristretto sodalizio lomellino, che agisce ormai da anni e che ha dato vita ad altre mostre precedenti a Mortara e nel Castello di Sartirana.
 
Con questa edizione del 2006, crediamo, avviene un “salto di qualità”, evidente già nell’accresciuto numero degli espositori e, soprattutto, derivante dalla continuità accertata del suo agire nel territorio. Ad ogni puntata, il visitatore riconosce i percorsi in atto, gli arricchimenti e le novità di ogni artista, ma coglie anche, proprio nella peculiarità della sua produzione, uno stile condiviso, si vorrebbe dire una poetica sottesa che, appunto, interagisce nel collettivo e che è quella di una ricerca inquieta, viva e attenta alle istanze dell’arte attuale.
 
Forse proprio l’a parte della provincia induce chi fa arte qui a sovrapporre alla coscienza estetica una coscienza artigiana, più vitale che altrove, fatta di modestia, semplicità della ricerca, impegno disinteressato, slegato dal consenso e dagli applausi. Nella tradizione dell’arte italiana le officine di periferia hanno offerto spesso alti risultati, prima lontano dagli organi del potere e della maniera, per farli poi confluire, fruttificare e irradiarsi dai centri davvero vivi in ogni epoca. Perchè lo spirito soffia dove vuole: si tratta solo di riconoscerne il segno creatore e lasciarsi pervadere dalla sua inesausta vitalità.
 
Così è forse possibile suggerire un percorso unitario, che metta in luce le affinità e le differenze nel trattamento del materiale, quando si azzerano gli effetti luminosi o invece si gioca su riverberi e sfumature, accostando colori o tutto uniformando con minime macchie, privilegiando l’objet trouvé o celando dietro di esso la propria sapiente regia pittorica o scultorea.
 
Vuole la tradizione che le origini di Sartirana, arcaico borgo agricolo della Lomellina, derivino da una nobile famiglia romana, la Gens Satria, che vi costruì una villa con armenti e schiavi. Ma l’assetto architettonico dell’attuale abitato si manifestò solo nel medioevo quando, alla fine del Trecento, i Visconti edificarono il poderoso maniero dal tipico impianto quadrilatero, con fossato, cortile interno e quattro torri angolari.
 
Il castello, il maggiore del territorio per dimensioni, ospita oggi il Centro studi della Lomellina, che realizza interessanti eventi culturali, e la Fondazione Sartirana Arte con un museo dedicato a vari tipi di artigianato, e importanti mostre d’arte contemporanea di rilievo internazionale allestite nella Pila, l’antico magazzino dei cereali retaggio della cultura contadina che caratterizza questa terra”.
 
Esporranno: Gabriele Albanesi, Italo Antico, Alberto Barbieri, Ornella Bernazzani, Angelo Bertoglio, Dario Brevi, Loriana Castano, Francesco Ceriani, Carla Crosio, Marco Currò, Luigi Dellatorre, Franco Fasulo, Mavi Ferrando, Salvatore Fiori, Attilio Forgioli, Giovanna Fra, Antonio Gennari, Morgana Orsetta Ghini, Alberto Ghinzani, Roberto Gianinetti, Cesare Giardini, Pino Jelo, Manuel, Giuliano Mauri, Dino Paolini, Vincenzo Parea, Giuseppe Pasciutti, Roberto Pelli, Vincenzo Pellitta, Gianfranco Perego, Bruno Polver, Michele Protti, Sonja Quarone, Antonino Rizzo, Giovanni Rubino, Roberto Sommariva, Antonio Sormani, Mauro Staccioli, Franco Tripodi, Mariano Valentini.

 
 Informazioni 
Dove: c/o Castello Arborio Gattinara, piazza Ludovico da Breme, 4 - Sartirana Lomellina
Quando: dal 3 al 25 giugno 2006, nei seguenti orari sabato e domenica: 10.00-12.00 / 16.00-19.00
Per informazioni:
Tel 0384/800662
 
 
Pavia, 05/06/2006 (4324)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool