Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 21 gennaio 2020 (241) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
» Il telero di Tommasi Gatti restaurato
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Canti e storie nel bosco incantato
» La notte dei cantastorie
» Oltre lo sguardo
» L'altro Leonardo
» Looking for Monna Lisa
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 4145 del 18 aprile 2006 (3436) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Polvere
Polvere
Si inaugura a Spaziomusica la nuova esposizione quindicinale dedicata alle opere fotografiche di Andrea Martinez, 32 anni, che lavora come programmatore/grafico presso un'azienda di comunicazione e da anni coltiva la passione per la fotografia attraverso il gusto profondo dell'osservare e l'intima sensibilità verso la luce, l'immagine, le forme.
 
"Polvere" è una mostra che propone un linguaggio visivo immediato, ma denso di sensibilità, la cui espressività viene esaltata dalla particolare attenzione per i dettagli.
 
Tra le immagini si dipana una continua ricerca delle più delicate sfumature della vita, di cui la fotografia si offre sia come espressione artistica sia come riflessione narrativa.
 
Il titolo è intensamente evocativo: i ricordi, la stessa vita, si ricoprono pian piano di polvere. Polvere è il tempo che passa, la testimonianza che si è realmente vissuto e che si sopravvive alle cose.
Il gesto di soffiare via la polvere da un libro, da una vecchia scatola, da un oggetto caro, è sempre una pur piccola vittoria sul passato.
 
In questo contesto il corpo femminile, quasi sezionato dall'obiettivo che non lo restituisce mai nella sua interezza, ma lo presenta per parti e di volta in volta divorato o accarezzato dalla polvere di sabbia, simboleggia l'effimerità della vita e contestualmente la sua intrinseca, feroce, a tratti malinconica bellezza.
 
 
 Informazioni 
Dove: c/o Spaziomusica, via Faruffini, 5 - Pavia
Quando: da mercoledì 19 aprile 2006, inaugurazione ore 22.00
 
 
Pavia, 18/04/2006 (4145)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool