Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 22 marzo 2019 (319) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.
» Mostra illustrazioni e fumetti di LUCIOP
» Voice of the voiceless Racconti forografici di Andy Rocchelli
» Diamo i numeri
» Raoul Iacometti. Alcuni di noi
» La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni
» P.A.T. – Pavia Art Talent
» Mater - Parole e immagini sulla maternità
» Mostra dei Plumcake
» Ci siamo! Sguardi sull'identità giovanile
» "Hors d'Oeuvre"Assaggi di opere ed artisti dalla Permanente di Milano
» L’eccezione del blu/ frammenti di William Xerra
» Uliano Lucas. La vita e nient'altro
» Mino Milani: una città, la guerra, la giovinezza

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Mario Giordano presenta il libro "L'Italia non è più italiana"
» I grandi misteri della Fisica al Collegio Borromeo
» Incontro con Paolo Rumiz
» Pavia in poesia 2019
» L'estetica del vero
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» PaviArt - Settima edizione
» Pi Greco Day 2019
» L’origine dell’uomo secondo Edoardo Boncinelli - RINVIATO
» Non erano eroi ma giornalisti. La libertà di informare oggi
» L'energia dei segni e dei sogni
» Scrivere Storie
» Sudario Brando: Live painting
» Festival del Dialogo tra Uomini e Donne
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 4141 del 13 aprile 2006 (1719) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Vecchio, nuovo o... vintage?
Vecchio, nuovo o... vintage?
Un vestitino con scollo a camicia dalle mille righe diagonali, un paio di scarpe con la zeppa, una borsa in corda a tracolla e un paio di occhiali da sole dall’enorme montatura in plastica colorata… è il primo shopping primaverile in negozio o il frutto di un’attenta caccia al mercato… della moda d’epoca?
A volte, riuscire a distinguere la provenienza di alcuni capi e accessori è effettivamente difficile: se provengano dall’armadio della nonna o dal baule della mamma oppure dalla boutique di articoli griffati, solo un occhio esperto, e in grado di valutarne fattura e materiali, è in grado di dirlo…
 
La moda vintage è un nuovo modo simpatico e divertente di "ripescare" e attualizzare ciò che nel tempo si è dimenticato. Ma vintage è anche la moda come storia, come civiltà del vivere fatta di gioco e di ironia, come cultura e come forma di arte…
 
E così il fenomeno “vintage” vede crescere di anno in anno attorno a sé l’interesse di estimatori e semplici curiosi… e sull’onda del successo cavalcata fin ora, il Castello di Belgioioso proporrà, nel prossimo fine settimana, la quindicesima edizione del "Fashion Vintage Show", ormai riconosciuto come il salone del vintage più importante d'Europa.
 
Il vecchio rivisitato con accessori diventa nuovo, il nuovo deve sembrare vecchio pur di non cadere nello stile preconfezionato… Purché “già usato, vissuto e ben conservato” – aggettivi chiave per definire un capo d'abbigliamento vintage – ogni articolo in grado di mostrare la consuetudine ad essere indossato sarà il benvenuto nelle sontuose sale dell’antico maniero.
 
Vintage è diventata nel tempo la parola d'ordine per esprimere il segreto di qualcosa che resiste nel tempo e il Fashion Vintage Show è diventato la manifestazione preferita da chi cerca capi sartoriali dell'alta moda e non per affiancarli alle proposte degli stilisti di oggi e anche da chi per lavoro o per passione li colleziona.

Sì perché dal passato possono riemergere i concetti intramontabili che ancora oggi fanno tendenza: il doppio filo di perle alla Wally Simpson, la minigonna di Twiggy, il trench di Catherine Deneuve, la Dior Bag di Diana, il tubino di Audrey Hepburn e il foulard di Gucci… oggetti diventati "cult" nell'universo della moda.

Istinto e buongusto guideranno i visitatori nella scelta tra le proposte di oltre 50 operatori selezionati che esporranno abiti e accessori dal '700 agli anni '80… una meravigliosa avventura alla scoperta dell'affascinante memoria della moda, del suo grande passato e dell'imprevedibile futuro.
 
 
 Informazioni 
Quando: dal 21 al 25 aprile 2006, dalle 10.00 alle 20.00 orario continuato
Dove: Castello di Belgioioso
Ingresso: intero 8,00 euro - ridotto 5,00 euro

Per informazioni:
Tel.: 0382/970525 (Segreteria organizzativa)
E-mail: info@belgioioso.it
 

La Redazione

Pavia, 13/04/2006 (4141)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool