Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 20 giugno 2018 (704) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I me murus
» Mei perdla che truvola
» Mi sun de chi
» Poker del Vernaulin a Borgarello
» “Teresina e l’eroe di famiglia”
» “Anima Broni - Lasarat torna nel suo Teatro”
» Locandiera, bellezza bronese
» Pignaseca e Pignaverda
» “Tut a Bron!” a vedere “Tut pr’una statua”
» Guarda in su… che al borla su!
» Tut a Bron!
» Vera vuz: prosa in dialetto al Tess
» Pensa ladar che tucc i roban
» “Ti ricordi quella sera di vent’anni fa..."
» Rassegna lomellina con GT San Martino
» San me un coran… e malà me al rud
» San Giuàn fa vèd l'ingàn - Amedeo dei Mille eroe per caso
» Troviamoci a teatro… 2012
» Ravioli in Broadway
» "A go nenca un pcà da purga’!”

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Bach alla Festa della Musica....
» Video Slam: gara di sequel
» Barocco Fuori
» L’Ora Illegale
» Random
» Fiori nel vento e argento di luna
» Futbol – Storie di calcio
» Maratona Horror al Cineteatro Volta
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Tre pezzi di teatro
» Mangia, bevi e taci!!!
» C'era una volta in Oriente
» Spirito di Copenaghen
» Artylógico
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 3984 del 13 marzo 2006 (1448) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il dialetto chiude in bellezza...
Foto di repertorio
Sarà la Compagnia Dialettale dell'Oratorio di Broni  a chiudere la 4^ edizione del Festival Provinciale del Teatro Dialettale con il nuovo lavoro dal titolo “La Locandiera, bellezza d'Oltrepo”,  in programma sabato 18 e 25 marzo.
La commedia, in due tempi, è liberamente ispirata all'opera di Carlo Goldoni e sarà, pur nel rispetto della fedeltà del testo, adattata all'ambiente bronese,  tradotta in dialetto e arricchita di canti e balletti.
 
La vicenda settecentesca narrata dal Goldoni rivivrà  quindi sul palcoscenico di Broni e per il pubblico sarà l'occasione di avvicinarsi, in una forma originale, ad uno dei più grandi capolavori della nostra letteratura.
 
Lo stile a cui si rifa la Compagnia - che con lo spettacolo di sabato taglierà il traguardo delle novanta rappresentazioni in quattordici anni di attività - è quello del teatro di rivista con musiche, canti e balletti eseguiti rigorosamente dal vivo.
I personaggi portati in scena da dodoci bravi attori, svelano vizi e virtù della gente d'Oltrepò, i loro problemi quotidiani, qui affrontanti con la solita ironia che  aiuta a "riderci sopra", ma anche a riflettere…
 
Con l'attività teatrale dialettale l'Oratorio di Broni diventa così, nel solco di una tradizione che a Broni data dagli anni trenta, luogo di riscoperta e valorizzazione della cultura popolare.
  
 
 Informazioni 
Quando: sabato 18 e 25 marzo, ore 21.00
Dove: Teatro De Tommasi, Via Montebello - Broni (PV)

Per prenotazioni:
rivolgersi all'oratorio: tel. 0385/52184

 

La Redazione

Pavia, 13/03/2006 (3984)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool