Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 2 aprile 2020 (888) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Storie e ricordi di Grandi Guerre
» Presepi da sogno - parte I

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 3879 del 13 febbraio 2006 (2715) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Presepi da sogno - parte II
Presepi da sogno - parte II

(... segue)

Ma allora, paese che vai…presepe che trovi?
Sì, in questa terra, è così…  

Man mano che ci si allontana e si incontrano nuove ed affascinanti località, in chiese, cripte, logge, persino in grotte naturali scavate nelle rocce che costeggiano le strade, insomma, in ognuno di questi posti, può nascere un presepe. Assolutamente da vedere, a Sorrento, all’interno della Chiesa dell’Addolorata lo storico presepe circolare che ricostruisce perfettamente in scala la conformazione della antica città cinta dalle alte mura.

Pane, conchiglie, coralli, vetro, ceramiche, porcellane finissime, legno, minerali rari e preziosi, onice, alabastro, gesso, marmo e cartapesta, sono solo alcuni dei materiali attraverso i quali sono stati realizzati questi capolavori.

Per promuovere meglio queste "opere", infatti, persino la Direzione Centrale della linea ferroviaria leggera, denominata Circumvesuviana, ha pensato bene di allestire, presso ogni stazione, una carrozza storica adibita ad esposizione.Con corse regolari, inoltre, un treno di ben tre carrozze, contenente stupendi presepi, si sposta lungo tutto il tragitto, per permettere a tutti, turisti ed autoctoni, di poter ammirare questi capolavori.

Un presepe nel pane

Poi Napoli stessa, addobbata a festa… E infine Pompei, sede dello stupendo Santuario della Madonna del Rosario. Imperdibile il presepe a grandezza naturale realizzato sotto l’Istituto Pontificio dedicato al Beato Bartolo Longo.

Insomma, una visita da queste parti s’impone, almeno una volta nella vita, ma… se anche non potessimo farlo, pensiamo che Dio è in ogni luogo e che il bambinello, ovunque ognuno di noi si sentirà di farlo nascere, entrerà comunque nei nostri cuori e soprattutto… nella nostra vita.

 
 Informazioni 
 

Giandomenico Goi

Pavia, 13/02/2006 (3879)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool