Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 17 ottobre 2019 (258) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Luca Mercalli e la crisi climatica
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
» Colloquio sull'Europa
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» Conversazione Pavese
» Circolo di lettura
» Gek Tessaro e il suo Pinocchio
» Alda Merini la poetessa dei Navigli
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
» Letizia Moratti ospite al Nuovo
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 3878 del 13 febbraio 2006 (1688) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Si fa per ridere, atto terzo
Alberto Patrucco
Continua, con l’appuntamento di giovedì sera, la rassegna 'Si fa per ridere - lezioni di cabaret', promossa dai settori Cultura, Turismo e Promozione della Città del Comune di Pavia con la collaborazione della Puerto Escondido Entertainment.
 
Il prossimo artista ad incontrare gli studenti ed ad effettuare lo spettacolo teatrale sarà Alberto Patrucco. E chi conosce questo comico anticonformista, sa come si presenta in palcoscenico: semplicemente con la sua faccia e la sua verve.
 
Classe 1957, abito di scena scuro, in omaggio alla scuola minimalista che imponeva massima attenzione alle mani e al volto.
Voce profonda, almeno quanto i temi che affronta con apparente leggerezza, rifugge ai travestimenti e ai lazzi pseudoclauneschi. Non vuole trasmettere messaggi, dice e ripete che non ha niente da insegnare a nessuno e, addirittura, afferma di non sapere di preciso ciò che vuole. E non gliene importa niente. Perché, di sicuro, sa ciò che non vuole.
 
Non vuole riproporre in teatro direttamente a contatto con il pubblico (come oggi sempre più spesso sembra accadere), i tempi e i modi della televisione. Dove contano i minuti e i secondi e dove gli spettatori, ossia coloro che effettivamente assistono in prima persona alla trasmissione televisiva, perdono la spontaneità, perché da guardatori si sentono guardati.
 
Alberto Patrucco è ben noto alle platee italiane per il suo incontenibile eloquio, fondato sull’innata capacità di plasmare il linguaggio e i fatti. Nelle sue mani le parole si trasformano in clava o fioretto, secondo le esigenze del monologo. Niente travestimenti e non sense, nulla di demenziale o farsesco. La sua comicità attinge e si alimenta dall’infinito serbatoio della realtà. Gli accadimenti sono quindi modificati e restituiti al pubblico privi di qualsiasi indulgenza all’imparzialità.
 
Se il mondo del cabaret, di questi tempi, declina inesorabilmente, da un lato verso la macchietta e la parodia, dall’altro verso uno stile che si avvicina di molto al comizio, Patrucco si allontana da tutto questo.
E a proposito di “tempi”… per Patrucco sono “Tempi Bastardi”, come titola il suo spettacolo.
I casi sono quindi due: o non si ride di nulla o si deve ridere di quasi tutto. A patto che il ragionamento e l’effetto comico si fondino su una struttura logica a tenuta stagna.
Tempi bastardi è “solo” ed esclusivamente uno spettacolo comico. Che intriga e coinvolge lo spettatore, lo carica, gli fa produrre adrenalina.
 
Non solo, agli spettatori più attenti e avveduti non sfuggirà il filo conduttore e logico - con un principio, uno svolgimento, una conclusione - poiché nei testi di Patrucco sono presenti una tecnica rigorosa, una tensione e una struttura.
Riprende, senza travisamenti o forzature, vicende e fatti noti. Isola e inquadra questi aspetti e li massimizza, portandoli velocemente in primo piano con fulminanti intuizioni. Facendo un parallelo col mondo dello sport, l’effetto sorpresa è lo stesso che riuscirebbe a creare un metaforico playmaker, con improvvisi e geniali cambi di gioco, in grado di spiazzare le difese avversarie.
 
Con questa sua nuova rappresentazione, Patrucco mette in discussione tutto e tutti, compreso se stesso. Scompone e ricompone il testo, si perde in meditazioni, si sofferma in riflessioni e, inaspettatamente, trascina alla risata liberatoria. Coglie con immediatezza il lato comico delle notizie e dei fatti nuovi, sicché si può dire che i suoi testi e i suoi spettacoli variano, arricchendosi, continuamente.
Questa è la chiave della performance: uno spettacolo che si rinnova costantemente, sui fatti di cronaca, sull’incedere degli accadimenti, sui cambiamenti della società.
 
 Informazioni 
"Tempi bastardi"
Dove: Teatro Cesare Volta
Piazzale Salvo D'Acquisto (Quartiere Scala) - Pavia
Quando: giovedì 16 febbraio 2006, ore 21.30
Ingresso: intero - 13,00 euro (acquistando il biglietto a prezzo pieno sì aiuterà l'associazione onlus di genitori di neonati prematuri "Aiutami a crescere" c/o U.O. di Patologia Neonatale Policlinico S. Matteo);
convenzionati - 10,00 euro (studenti scuole superiori, studenti universitari, dipendenti università, dipendenti comunali)
Prevendita: c/o Radio Vittoria, C.so Cavour 32/E, (anche per convenzioni) diritti prevendita: 1,00 euro.
 
 
Pavia, 13/02/2006 (3878)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool