Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 29 gennaio 2020 (311) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze
» Comune che vai, fisco che trovi
» Cyberbullismo: il male sottile
» Cities for Life - Città per la Vita/Città contro la Pena di Morte
» Evviva la Repubblica
» Ecco la carta dei servizi e dei diritti per i Musei di Pavia
» Nasce Radio Local
» Treno Verde 2016
» Pavia ad HappyCube
» Un altro Sanremo alle spalle
» Minerva d'Artista
» Appesi a un filo, ma senza rassegnazione
» I Beatles in edicola
» Madagascar 3: Ricercati in Europa. Ma anche a Pavia...
» Chiusura dei cinema Corallo e Ritz
» InfoMatricole 2012
» Pavia-Innsbruck: un gemellaggio possibile?
» Buio in sala? Prima che i cinema chiudano anche a Pavia
» Una fiaccolata per sensibilizzare sull’autismo
» Oscar 2012!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 3855 del 8 febbraio 2006 (1852) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Hanno ammazzato Inchiostro
La copertina dell'ultimo numero

Alla nostra Redazione è arrivata la segnalazione di questo infausto accadimento: "Hanno ammazzato Inchiostro, il giornale degli studenti di Pavia".. non potendo ignorare la cosa, non fosse altro che per solidarietà verso i colleghi, riportiamo il loro editoriale, quello di un "ultimo" numero con copertina a lutto...

Sarà vero o sarà una 'goliardata'? C'è da preoccuparsi o si tratta di una polemica boutade che prelude a un rilancio?... Chi vivrà vedrà, al momento non è dato sapere più di quello che riportano le pagine dell'ormai storico giornalino...

"Il tempo concessomi su questa terra volge al termine". La mia storia finisce.
La storia di Inchiostro, il giornale degli universitari: 11 anni pieni zeppi - come i cassetti delle nonne - di immagini, di ritagli di articoli, facilotti, un po' banali, pretenziosi ogni tanto, alle volte sinceramente stucchevoli, altri belli, ma belli veramente. Tutti però intrisi di amori, di passioni, di sogni giovanili, di speranza, di voglia di fare.

I miei redattori - bravi ragazzi - non ce la fanno più, non hanno più energie, non hanno più cuore. Come biasimarli.
Dopo due anni di lavoro intenso ero diventato più bello e splendente come non mai: tutti volevano scrivere per me, aspiranti redattori mi scrivevano dalle Università di Roma, Napoli, Milano Bicocca, tutti mi chiedevano un articolo, una partecipazione.
Ed io a tutti, appena potevo, davo spazio. Addirittura - pensate - mi chiedevano di poter fare uno stage (una di quelle robe lì, quelle moderne arrivate con il 3+2=0) studenti d'altre Università.

Come una modella bizzosa, ultimamente, mi cambiavano colore ad ogni numero. Tutto questo gloriarsi serve a poco però se spezzano i tuoi sogni, se ti tagliano le gambe proditoriamente, se non trovi spazi, se ti tolgono l'ossigeno, se cercano di chiuderti in angolo, se ti tagliano i fondi, se i tuoi progetti vengono cassati.

Volevo portarvi a Pavia Stefano Benni e il suo spettacolo Misterioso, viaggio intorno a Monk.
No. Non si può. Non ci sono stati concessi i fondi.
Volevo regalarvi una settimana dedicata ai fumetti, una mostramercato di 10 giorni, un evento di portata nazionale: autori venuti da tutta Italia avrebbero disegnato ed autografato per voi, un concorso per studenti e docenti, una serata di musica e divertimento ispirata al mondo dei comics. No, non si può. Meglio finanziare altro.
Atomico dandy reading - Lo ricordate? Pure la Provincia Pavese si è scomodata. L'aperitivo più cool dell'anno - doveva essere il primo di una lunga serie, l'inizio di un ciclo.
Stavamo già prendendo contatti con Boosta dei Subsonica, con Frankie Hi-nrg, con autori e scrittori. No. Non si può si finanzia altro.

Inchiostro chiude, Inchiostro muore. Inchiostro vuole morire, vuole mettersi a lutto.
Non c'è spazio per le idee, per troppe idee. Progetti, sogni, ambizioni non sufficientemente veicolate da una solida rappresentanza nella commissione che approva i progetti.
Lo sanno bene i nostri "rappresentanti" degli studenti che in quella commissione siedono e che, il più delle volte, approvano i loro progetti. Che chiedono ed ottengono 16.000 euro per finanziarsi quattro feste; feste in cui per bere e per mangiare si paga. Che chiedono ed ottengono circa 6.000 euro per stampare una guida utile agli studenti scopiazzata (male) dalla guida generale d'Ateneo. Guida, quella degli studenti, stampata sulla carta in 5000 copie, che nessuno ha mai visto. Che violano il bando come meglio credono, che abusano del regolamento senza mai pagarne le conseguenze. Ma si sa le campagne elettorali costano care... e gli studenti, quelli organizzati, meglio tenerli buoni.

Hanno ammazzato Inchiostro, Inchiostro è vivo...
Mesdames e messieurs: il mio ultimo numero.

Buona Lettura.

 
 Informazioni 
Il pdf dell'ultimo numero è disponibile sul sito ufficiale del giornale degli studenti di Pavia
 

Inchiostro
(Editoriale dell'ultimo numero)

Pavia, 08/02/2006 (3855)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool