Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 20 novembre 2019 (290) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Passeggiate di Quartiere
» Merenda di fine estate
» Via degli Abati
» Week end di Farfalle...
» La birra dei Celti al castello di Stefanago
» A caccia di tartufi
» Il salame di Varzi e la corte dei Malaspina
» Aperitivo con vista: le api dei monti
» Da Varzi a Portofino
» Orchidee in Oltre
» Butterflywatching in Valle Staffora…. In cerca di rarità
» In bocca al lupo
» Tra vino e castelli
» Pane al pane
» Da Fego al rifugio Nassano
» Tra i vigneti del Versa sul sentiero delle torri
» Sentiero dei Castellani
» Passeggiata tra storia, natura e benessere....
» Le sabbie dell’Oltrepò
» Lunapiena Bike

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
» Festival delle Farfalle
» Passeggiate di Quartiere
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Giochi d'acqua... dolce o salata?
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 3560 del 2 novembre 2005 (2160) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Alle Capanne di Marcarolo
Un'immagine del Parco Regionale Capanne di Marcarolo

Una nuova avventura attende gli escursionisti del GEA, che per domenica prossima ha in calendario una gita al Parco Capanne di Marcarolo.

L'ampio altopiano di Marcarolo sorge nell'Appennino ligure-piemontese, in territorio alessandrino. A dominare il parco regionale che da esso prende il nome sono però la piramide massiccia del Monte Tobbio (1092 metri) e del Monte delle Figne (1172 metri). Il parco, data la particolare collocazione geografica, gode di particolari condizioni climatiche che originano diversi micro-ambienti caratterizzati da una differente vegetazione: piccole torbiere, erbe e arbusti nella zone più aride e distese boschive lungo i versanti più freschi e umidi, grazie anche alle abbondanti piogge che alimentano l'impetuoso torrente Gorzente. Suggestivi a questo proposito gli scorci che dai sentieri si aprono sui laghi del bacino del Gorzente e sulla vicina (meno di dieci chilometri in linea d'aria) Riviera Ligure.

Il sentiero percorso dal Gruppo Escursionistico Appennino Pavia prende il via dal Passo della Bocchetta che, posto a 800 metri di quota, costituisce il naturale collegamento tra la Val Lemme e quella del Rio Riasso. Imboccata l'Alta Via del Monti Liguri, si salirà in un primo tempo verso il Monte delle Figne, poi si convergerà verso il Monte Tobbio e infine si percorrerà il crinale spartiacque tra il Piemonte e la Liguria, che offre numerosi punti panoramici, sia sui severi valloni sottostanti sia sul mare. Dalla Costa Crevara si scenderà Voltaggio, che verrà raggiunto dopo circa quattro ore di cammino.

Una curiosità geologica: il sentiero , che copre un dislivello totale di 470 metri, attraversa la linea di faglia tra Alpi e Appennini.

 
 Informazioni 
Dove: ritrovo c/o piazzale FS di Pavia
Quando: domenica 6 novembre 2005, ore 7.15

Per informazioni e prenotazioni:
Venerdì sera c/o Consiglio Circoscrizionale Pavia Storica
Piazza Della Vittoria, 21 - Pavia
Tel: 338/4746754 Giuseppe Pireddu (Presidente del Gruppo)
 

La Redazione

Pavia, 02/11/2005 (3560)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool