Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 26 marzo 2019 (269) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.
» Mostra illustrazioni e fumetti di LUCIOP
» Voice of the voiceless Racconti forografici di Andy Rocchelli
» Diamo i numeri
» Raoul Iacometti. Alcuni di noi
» La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni
» P.A.T. – Pavia Art Talent
» Mater - Parole e immagini sulla maternità
» Mostra dei Plumcake
» Ci siamo! Sguardi sull'identità giovanile
» "Hors d'Oeuvre"Assaggi di opere ed artisti dalla Permanente di Milano
» L’eccezione del blu/ frammenti di William Xerra
» Uliano Lucas. La vita e nient'altro

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Conversazione Dannunziana
» Mario Giordano presenta il libro "L'Italia non è più italiana"
» Gandhi, oltre l’India. Valori gandhiani e integrazione sociale in Italia
» Giornalismo di moda: stereotipi, realtà e nuove frontiere
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Incontro con Paolo Rumiz
» I grandi misteri della Fisica al Collegio Borromeo
» Pavia in poesia 2019
» L'estetica del vero
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» PaviArt - Settima edizione
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» Non erano eroi ma giornalisti. La libertà di informare oggi
» L’origine dell’uomo secondo Edoardo Boncinelli - RINVIATO
» Pi Greco Day 2019
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 3543 del 27 ottobre 2005 (3657) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Scarpe, Viaggi e Fantasia
Lo scarpone del viaggiatore, opera di Giardini

Il mondo della calzatura nella visione poetica del pittore Cesare Giardini, dal prossimo sabato presso le sale del Museo Internazionale della Calzatura di Vigevano.
La mostra "Scarpe, Viaggi e Fantasia" costituisce un omaggio dell'artista al mondo della scarpa ed alla creatività che caratterizza da sempre la produzione calzaturiera Vigevanese.

Il pittore ha preparato, per questo evento, un grande dipinto con la rappresentazione allegorica del calzolaio e altri oli su tela dove protagonista è la calzatura.
La paziente pedagogia di Giardini ci convince della possibilità, anche per un oggetto così contiguo alla concretezza della terra, di trasportarci negli infiniti mondi del possibile con semplici magie, come l'abrogazione della legge di gravità.
Le opere esposte, non prive di ironia, descrivono una coerente continuità nella produzione artistica di Cesare Giardini, che da anni conduce un'originale ricerca pittorica sulla dimensione meta-fisica del viaggio come itinerario mnemonico tra i luoghi della fantasia, i mondi simbolici e le metafore del percorso esistenziale.

Le scarpe e Vigevano sono state a lungo un binomio inscindibile, attorno a cui si sono giocate per anni la vita e la storia di una città e della sua gente. Ora, sotto il pennello di Cesare Giardini, la scarpa diventa la protagonista illustre di una mostra in cui l'argomento stesso, filtrato dall'ironia sottile dell'artista, si impone come pretesto di intelligente quanto gustoso "divertissement" artistico. E davvero il pittore pare giocare con i suoi soggetti, immergendoli nelle incantate atmosfere da favola moderna a lui tanto care, mentre la magia del colore ci trascina lontano, verso lidi senza tempo.
Giochi di bimbi, lontane memorie di un mondo perduto e oniriche visioni si combinano e sintetizzano nella resa di una realtà sempre avvolta in un insondabile mistero che neppure la fantasia del pittore riesce a sciogliere. Le domande rimangono quelle di sempre e senza una risposta plausibile.

Tutto ciò che Giardini tocca si trasforma immediatamente, perdendo i consueti contorni reali, per diventare una pura creazione della fantasia, protagonista di una eterna fiaba.
Anche in presenza della scarpa, anzi, quasi suggerita da essa, per Giardini la metafora del viaggio, saldo filo conduttore che attraversa una vita, può continuare senza interruzione. Attorno alla scarpa nascono e muoiono storie sempre nuove, scaturite dal fatato mondo colorato evocato dall'artista, ove invenzioni di gusto surreale e motivi di più attenta meditazione si alternano e sovrappongono a ritmo incessante.

(Giuseppe Castelli)

 
 Informazioni 
Dove: Museo Internazionale della Calzatura - Vigevano
Quando: dal 29 ottobre (inaugurazione ore 11.00) all'11 dicembre 2005
 

Comunicato Stampa

Pavia, 27/10/2005 (3543)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool