Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 23 settembre 2019 (414) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa del Roseto
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV
» Pavia in poesia 2019
» Pi Greco Day 2019
» Festival del Dialogo tra Uomini e Donne
» Scarpadoro – si aprono ufficialmente le iscrizioni!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Open Day al Vittadini
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 3540 del 27 ottobre 2005 (1852) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ricordando Pasolini
Ricordando Pasolini

Lunedì scorso, presso S. Maria Gualtieri, si è svolto "La via del mare", concerto-lettura con Claudio Lolli (cantautore), Paolo Capodacqua (musicista), Gianni D'Elia (poeta).
L'incontro fa parte della rassegna "I Volti di Pasolini", manifestazione organizzata da Provincia, Comune di Pavia e da Teatro Fraschini in occasione dei trent'anni dalla scomparsa dell'artista.

La Via del Mareè anche il titolo del CD che uscirà domani, in allegato a L'Unità, e che contiene registrazioni "Live" dello spettacolo.
Molto bravo D'Elia, sia come poeta sia come "voce recitante": convincente, a volte drammatico, a volte freddamente ironico, con tonalità vocali che, in certi momenti, ricordavano quelle dello stesso Pasolini.
Bravo (e per niente invadente) il chitarrista Paolo Capodacqua, impegnato nel non facile compito di integrare e creare le atmosfere adatte alla lettura dei brani, oltre che ad accompagnare Claudio Lolli.
Ecco, se un punto un po' più debole degli altri c'è stato è proprio nell'esibizione di Lolli.
Le sue sono state le composizioni più "datate" e lo scarno accompagnamento ne ha sottolineato la forma di "strofe narrate" più che "cantate" evidenziandone la scarsa originalità musicale che trasformava tutto in un unico brano che ha trovato la definitiva sublimazione nel suo titolo più famoso "Ho visto anche gli Zingari felici".

In finale di spettacolo è stato invitato sul palco Guido Mazzon che, con la sua tromba, ha letteralmente ribaltato le atmosfere di sottofondo alle ultime letture pasoliniane fatte da D'Elia.

Ricordo che domani sera (venerdì 28 ottobre, ore 21.00), al Teatro Fraschini, sarà la volta di L'eredità ideale, Riflessioni musicali e ricordi dedicati al cugino Pier Paolo Pasolini, di e con Guido Mazzon. Musiche originali di Guido Mazzon e brani da Our Prayer di D. Cavallanti e G. Mazzon, con Guido Mazzon (tromba), Piera Principe (regia e coreografia).

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 27/10/2005 (3540)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool