Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 settembre 2020 (1024) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» La mia Super Ex-Ragazza
» I Fantastici 4
» La bestia nel cuore

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 3441 del 3 ottobre 2005 (3465) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Passo a due
La locandina del film

Ecco in dirittura d'arrivo la seconda delle critiche s.m.s..
Che cos'è una critica s.m.s.?
Eh no! Non ve lo rispiego... per info e chiarimenti prego rivolgersi a La bestia nel cuore scritta la settimana scorsa sempre su Miapavia natürlich!

Bene: Passo a due: perché sì

  • Perché è una giornata piovosa e mi costerà senz'altro di più andare a fare un giro nel più vicino centro commerciale.
  • Perché sono convinto che la tv sia sempre incommensurabilmente inferiore al cinema, anche di un film italiano, anche di un film italiano sulla danza, anche di un film italiano sulla danza dove l'unico attore recita per tre battute e ce le ricorderemo tutte, perché sono troppo differenti dai balbettii degli altri interpreti...
  • Perchè ogni altro film l'ho già visto oppure dovrò vederlo in un altro momento
  • Perché sono sempre troppo cattivo con chi mi mostra un proprio lavoro ed essendo abituato ad una qualità medio-alta (quella dei buoni festival) non so più distinguere tra un cattivo film ed un prodotto che, pur non essendo un masterpiece, può considerarsi anche dignitoso.
  • Passo a due: perché no!

  • Perché c'è un modo migliore per passare poco più di un'ora e mezza ma che sembrano venticinque anni (forse perché eri davvero più giovane prima di vederlo?)
  • Perché la lettura di un buon libro o l'ascolto di un buon mp3, o ancora un incidente, anche se non grave, e per fortuna senza troppe conseguenze, potrebbero essere un modo migliore per passare questo tempo
  • Perché le luci, gli ambienti, i personaggi, la storia, l'idea da cui parte la storia, le battute, i dialoghi, i costumi, le inquadrature, il ritmo del montaggio ma soprattutto gli effettacci speciali, tipo le accelerazioni in fase di postproduzione non sono solo vecchi, brutti e non giustificati ne' giustificabili, ma davvero quasi insostenibili per uno spettatore di normale sensibilità
  • Perché se è vero che a tutto c'è un limite come mai non solo questo film è stato pensato ma anche girato, montato e distribuito e addirittura io me lo sono andato a vedere... Dove stava il "limite" quando tutto questo accadeva?
  • E mi scuserete a questo punto se aggiungo un perché sì che può ricordare la barzelletta di quello che fermato al controllo bagagli dell'aeroporto con una bomba in valigia si difendeva citando le statistiche: "Beh, è scientificamente provato che è rarissimo che due bombe si trovino sulle stesso aereo quindi se una la porto già io...": perché se andrete a vedere Passo a due il peggio sarà passato e i prossimi film che vedrete nella stagione 2005/06 non potranno che essere MIGLIORI!

    Amen.

     
     Informazioni 
     

    Roberto Figazzolo

    Pavia, 03/10/2005 (3441)

    RIPRODUZIONE VIETATA
    www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
    In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



    MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
    Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool