Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 23 settembre 2019 (344) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il gioco di Santa Oca
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 3388 del 19 settembre 2005 (1805) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Parole nel Tempo
Parole nel Tempo

Anche per "Parole nel Tempo" il tempo passa, compie infatti i quindici anni la mostra di libri, autori ed editori nata in un isolato castello di campagna e cresciuta sino a diventare un punto di riferimento per l'editoria italiana...
Il castello è quello di Belgioioso, che nel prossimo fine settimana aprirà nuovamente le sue sale, da "sfogliare" con cura, come le pagine di un libro prezioso, ai tanti avvenimenti e incontri che animeranno l'edizione 2005 di Parole nel Tempo.

La mostra, oltre che una passerella per editori e autori, è un luogo di dibattito su temi che svariano da quelli più strettamente letterari e editoriali a quelli legati a tematiche civili e politiche.

Per la sua storia e per ciò che rappresenta nel panorama editoriale italiano, Parole nel Tempo vuole ribadire ancora una volta l'intento che fu la principale ragione del suo nascere: quello di presentare accanto a editori oramai consolidati un panorama, il più possibile esaustivo, di ciò che accade in questo mondo con particolare attenzione ai nuovi o piccolissimi editori, spesso espressione di nuove tendenze e proteste, eversivi, trasgressivi o tradizionali, comunque in cerca di talenti e buoni libri. Ed offrire, così, una possibilità concreta di espressione a chi resta fuori dai grandi processi produttivi e distributivi che ormai da tempo dominano e schiacciano anche il mondo della cultura.

Riguardando con tenerezza il catalogo della prima edizione si scoprono editori che da allora sono sempre presenti e accanto a questi nuovi nomi e quindi nuovi modi di fare editoria. Rispetto alla prima edizione sicuramente non si pensa più che "piccolo è bello", come a chiudere la partita col solo fatto di esserci, ma finalmente anche l'editoria di nicchia comincia ad acquisire logiche imprenditoriali e di produttività, che fanno ben sperare.

Nell'intenso programma di presentazioni a contorno della edizione di questo settembre si fanno largo interessanti mostre collaterali: la mostra fotografica che nel 30° anniversario della lavorazione di "Novecento", celebra il capolavoro di Bernardo Bertolucci attraverso cento immagini scattate da Angelo Novi durante la lavorazione; quella dell'Associazione Archivio Storico Olivetti che propone una selezione significativa di collaborazioni letterarie, sconosciute al pubblico e sorprendenti per la molteplicità e la qualità delle realizzazioni: una ricca serie di testi letterari, libri, poster, foto, originali composizioni di Michel Butor e Pierre Alechinsky e documenti unici e rari da reperire, e quella delle sculture di Sara Righi.

 
 Informazioni 
Dove: Castello di Belgioioso
Quando: 24 e 25 settembre 2005, orario continuato dalle 10.00 alle 20.00
Ingresso: biglietto intero 6,00 euro; ridotto 4,00 euro

Per informazioni:
Tel.: 0382/969250
E-mail: guido.spaini@belgioioso.it
 

La Redazione

Pavia, 19/09/2005 (3388)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool