Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 1 novembre 2020 (154) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Sei in onda!
» Dessert
» Quando le radio si chiamavano "libere"

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¬°Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andr√®
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 332 del 22 dicembre 2000 (4288) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
I tori umani
I tori umani

Se il gruppo di fondatori - tecnici - organizzatori si cristallizzò sugli iniziali Nardò, Gatti, Baldini e Quartiroli, il numero di chi voleva cimentarsi in trasmissioni via etere crebbe a dismisura sino a raggiungere l'incredibile numero di 80 disc-jokey ed io finii con assumermi il compito di direttore dei programmi. Era come cercare di guidare una mandria di bufali impazziti attraverso un vicolo! Però era molto divertente.

Nello staff della radio c'era di tutto: Griffini (quello della panetteria), Cella (Plumcake) e Maganza (ex-musicista e noto ristoratore) curavano un programma chiamato "I Tori Umani"; vi lascio immaginarte cosa fosse!

Giorgio1, Giorgio2 e Giorgio3 (li avevamo chiamati così per distinguerli uno dall'altro, avendo lo stesso nome), di cui non ricordo più i cognomi, avevano programmi di musiche diverse, così come Albert-One Carpani (scippato a Radio Pavia), Bibi e Bubu (due noti professionisti di cui è meglio non ricordare il nome), Angelo si occupava di country-rock, Bruno Cerutti (ora attore e funzionario del Comune) roccheggiava alternativo, Renato Bottani filosofeggiava sui cantanti più sconosciuti del mondo, Marco DiStefano (oggi uno dei migliori antennisti sul mercato) rappresentava il tipico D.J. da discoteca anticipando mode e stili, Claudio Spiaggi curava e organizzava i "notturni" che erano i programmi più ambiti per l'enorme libertà offerta da quelle fasce orarie; Bluefrog (Rana Blù) Che era partito con trasmissioni serie, dedicate ai problemi legati alle immersioni (allora faceva il sommozzatore sulle piattaforme di trivellazione, oggi si occupa di spionaggio industriale e problemi di sicurezza), ma poi aveva "svaccato" anche lui portandosi sul demenziale estremo, grazie anche ad una sigla che gli avevo costruito soffiando con una cannuccia in un bicchier d'acqua.

Io, Turi, Maurizio Gatti e lo stesso Maurizio Nardò (a cui va riconosciuto il merito di aver ideato, voluto e realizzato Pavia Radio City) avevamo le nostre trasmissioni; ma nel merito delle trasmissioni vere e proprie entreremo più avanti.

Mario Cinus (regista prima con Italia1 e oggi con Canale 5) fu l'unico che di un hobby ne fece una professione: fu uno dei primi ad iniziare a trasmettere, accumulò il maggior numero di ore in diretta e fu uno degli ultimi ad andarsene. Professionale, pacato, poteva trasmettere e parlare di tutto con la stessa verve.

In trasmissione c'era anche "Micio" De Filippi e la stessa Maria (allora ragazzina) spesso veniva in radio o ci seguiva nelle nostre scorribande attraverso la città in cerca di voci e notizie.

Anche i notiziari giornalieri vantavano nomi illustri come Gianpiero Gramaglia (poi direttore dell' ANSA) e Didi Gnocchi (giornalista con le reti Mediaset). C'era anche una squadra femminile di basket (in cui Didi militava) sponsorizzata con le nostre magliette, prima di diventare la mitica Annabella.

Leggi la seconda parte  continua

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 22/12/2000 (332)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool