Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 21 febbraio 2020 (558) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» 14^ Scarpadoro - via alle iscrizioni!
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» Festa del Roseto
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 3229 del 11 luglio 2005 (4683) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Varzi Crononauta
Varzi Crononauta

E' noto che l'imperatore germanico Federico I di Svevia, detto il Barbarossa, nel 1166, a capo del suo potente esercito scese in Italia con l'intenzione di porre sotto il proprio dominio l'intera penisola e la Chiesa romana.
L'accoglienza che gli riservò il Nord Italia non fu certo calorosa poiché i Comuni si stavano alleando in quella che prenderà il nome di Lega Lombarda per far fronte comune dinnanzi agli invasori...
Verso la metà del settembre del 1167, dopo vicende alterne - e un'ultima infelice spedizione a Roma - Federico Barbarossa si mosse per ritirarsi in Germania e in questo gli fu d'aiuto il marchese Obizzo Malaspina.

Alla Famiglia Malaspina l'imperatore aveva dato in feudo diversi terreni e castelli fra l'Appennino e il Po, possedimenti che ora costituivano un ottimo "ponte" attraverso la Lunigiana per raggiungere l'Oltrepò.
Le cronache del tempo narrano che fu proprio il potente Obizzo Malaspina a scortare l'imperatore lungo le vie impervie dell'Appennino tosco-emiliano e dell'Appennino settentrionale (ligure e pavese) per poi raggiungere Pavia (rimasta sua alleata come Como, Vercelli e Novara) - dove il Barbarossa aveva intenzione di rinchiudersi e passare l'inverno - e di qui avere la strada aperta per la Germania.
Passando fra i monti dell'Oltrepò pavese, i due discesero l'Alta Valle Staffora e raggiunsero Varzi e a Oramala, dove il potente Obizzo possedeva un maniero, il Barbarossa fu ospitato per alcuni giorni per ritemprarsi delle fatiche affrontate.

Da questo episodio trae spunto la prima edizione del Festival Varzi Crononauta, che nel prossimo week-end riporterà le lancette degli orologi del paese indietro di qualche centinaio d'anni...
Un viaggio nel tempo, nei colori, nei suoni e nei sapori della vita quotidiana della fine del XII secolo, volto a valorizzare la cultura, le tradizioni e le produzioni locali.

La manifestazione, organizzata dall'Assessorato alla Cultura Comune di Varzi con il sostegno del Gruppo di Animazione Teatrale Ambaradan e attivamente sostenuta dalla popolazione, avrà inizio nella serata di venerdì prossimo al castello di Oramala dove Federico Barbarossa e il suo seguito verranno accolti dalla corte di Obizzo Malaspina.

Le giornate di sabato e domenica vedranno invece protagonista il suggestivo borgo medievale di Varzi che farà da sfondo al mercatino medievale, alle rappresentazioni teatrali, all'animazione, alle scene di vita del tempo ricreate all'interno delle cantine; contestualmente un percorso eno-gastronomico accompagnerà i visitatori alla riscoperta di sapori tipici della cucina del Medioevo.
Sarà inoltre possibile visitare un accampamento medievale fedelmente riprodotto dalla Compagnia di Chiaravalle, gruppo specializzato in rievocazioni storiche che animerà le vie del borgo con dame, signori e duelli fra armati.

Nel dettaglio:

Venerdì 15 - Castello di Oramala

Ore 20.00 - Apertura ufficiale del Festival, saluto delle Autorità e avvio della Macchina del tempo con la partecipazione del Gruppo Arcieri dell'Oltrepò
Ore 20.30 - Parata storica: arrivo in parata di Federico Barbarossa al castello e incontro con Obizzo Malaspina e la sua corte
Ore 21.00 - Rinfresco con gran buffet e grigliata all'aperto offerto dal Comune di Val di Nizza
Ore 22.00 - Fin'amor e fals'amor in contrappunto tra sublime e carnale.
Ambaradan presenta un recital di poesia trobadorica
Ore 23.00 - Esibizione di giocoleria con il fuoco con Giocolarte, Danze Medievali "Antica Carola" con la Scuola di danza Gym and Dance (Lodi)

Sabato 16 - Varzi

Ore 16.30 - Giochi e divertimenti medievali
c/o Agriturismo "La Sorgente"
Ore 17.30 - Esposizione di bancarelle, botteghe arti e mestieri, taverne con animazione in costume, animazione di strada con giullari e giocolieri
Per le vie del borgo di Varzi
Dimostrazione, giochi e gare di tiro con l'arco con il gruppo Arcieri dell'Oltrepò
c/o Agriturismo La Sorgente
Apertura dell'accampamento medievale a cura della Compagnia di Chiaravalle
Ai giardini di Villa Mangini
Ore 18.00 - Arrivo di Federico Barbarossa e apertura della Caccia al tesoro
Piazza del Municipio
Ore 19.30 - Ristorazione nelle osterie, nelle taverne del borgo della piazza del Municipio
Ore 21.30 - Fabula Prima
La Compagnia Pandemonio presenta una performance di teatro di strada
Alla Torre Malaspina
Ore 22.00 - Recital di poesia sotto le stelle
Ore 22.30 - Premiazione della squadra vincitrice della caccia al tesoro
In Piazza del Municipio
Ore 23.00 - Danze medievali nel cortile della Torre Malaspina

Domenica 17 - Varzi

Ore 16.30 - Giochi e divertimenti medievali
c/o Agriturismo "La Sorgente"
Ore 17.30 - Esposizione di bancarelle, botteghe arti e mestieri, taverne con animazione in costume, animazione di strada con giullari e giocolieri
Per le vie del borgo di Varzi
Dimostrazione, giochi e gare di tiro con l'arco con il gruppo Arcieri dell'Oltrepò
c/o Agriturismo La Sorgente
Apertura dell'accampamento medievale a cura della Compagnia di Chiaravalle
Ai giardini di Villa Mangini
Ore 19.30 - Ristorazione nelle osterie, nelle taverne del borgo della piazza del Municipio
Ore 20.30 - Flavus - Cena Medievale con delitto (*)
Curata dal Ristorante Selvatico di Rivanazzano con la partecipazione del gruppo di Animazione teatrale Ambaradan
Al Castello di Oramala
Ore 21.00 - Spettacolo di giullari e mangiafuoco
Alla Torre Malaspina
Ore 22.00 - Recital di poesia sotto le stelle
Ore 22.30 - Carmina Burina - Karaoke medievale con Nico Imbres
c/o Bar "L'Angolo"
Ore 23.30 - Saluto e partenza da Varzi di Federico Barbarossa e la sua corte
Danze medievali con la Scuola di danza Gym and Dance (Lodi) in chiusura al Festival
In Piazza del Municipio


 
 Informazioni 
Dove: Castello di Oramala e centro storico di Varzi
Quando: 15, 16 e 17 luglio 2005, venerdì: 20.00-22.00, sabato: 16.30-23.00, domenica: 16.30-23.30
Partecipazione: l'ingresso al borgo di Varzi è gratuito
(*) Dato il numero limitato di posti per la cena è consigliata la prenotazione allo 0383/944720.

Per informazioni:
Tel. 0383/52055
 

La Redazione

Pavia, 11/07/2005 (3229)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool