Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 31 ottobre 2020 (857) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Francia 2010 che delusione!
» Dalla Russia con 'cantore'
» Sanremo '06 - Il giorno dopo
» Paese che vai... musica che trovi
» Concorsi e concorrenti
» Festival di Sanremo 2005
» Polonia tra metal e kletzmer
» Guido Mazzon Torna a Pavia
» SpaziomusicaSpaziobruno
» Pavesi in India
» Satellite of love - Ultimo atto
» Novità in casa Lizard
» Chi giudica chi?
» Callegari e il remix di Silvestri
» Bergamo, Pavia, la calca e Tarkovskij
» Ma guarda un po'!
» Sanremo 2004 Luci ed Ombre
» Conversazione con Sironi
» Premiato musicista pavese
» La musica negli U.S.A

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 321 del 12 novembre 2001 (1862) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dopo le torri il diluvio
Dopo le torri il diluvio

In questo caso si tratta di un diluvio di iniziative e concerti per raccogliere fondi per le vittime dell'attentato alle Twin Towers ed al Pentagono.

Dal famoso Live Aid in avanti la musica e i musicisti si sono dimostrati un'ottimo veicolo di sensibilizzazione e coinvolgimento delle masse per la raccolta di fondi a scopi benefici.

Dopo l' 11 Settembre, vista anche la dimensione impressionante dell'evento, si sono attivati subito numerosi artisti con lo scopo di raccogliere fondi e solidarietà per le vittime degli attentati, ma anche per dimostrare che la gente è unita e partecipe nel dolore ma anche pronta a reagire con segnali che mettano in evidenza la voglia di non lasciarsi sopraffare: la vita continua, insomma.

America: A Tribute to Heroes, organizzata il 21 Settembre, una trasmissione andata in onda simultaneamente negli States e in altri 210 paesi del mondo, ha visto la partecipazione "live" di U2, Springsteen, Tom Petty, Neil Young, Perl Jam, Paul Simon, Stevie Wander, Billy Joel e Sting.

Questo concerto multimediale vedrà presto la luce su un doppio CD.

Dopo le torri il diluvio

In campo discografico, però, la prima a muoversi è stata la RCA che ha pubblicato un mini CD di Elvis Presley con tre canzoni: If I Can Dream, America The Beautiful e Amazing Grace, più una traccia video. I proventi andranno alla Croce Rossa Americana.

Subito dopo è uscito God Bless America; si tratta di una compilation messa sù in tutta fretta con brani già pubblicati, fatta eccezione per God Bless America (appositamente incisa da Celine Dion) e per l'inedita versione acustica (registrata dal vivo) di Peaceful World di John Mellecamp.

Paul McCartney

Paul McCartney stava sorvolando N.Y. quando sono avvenuti gli attentati ed ha deciso di rinviare il programmato concerto a Mosca per sostituirlo con uno a New York che se all'inizio doveva essere un "suo" concerto, ben presto è stato trasformato dalle numerosissime adesioni in un secondo Live Aid (Clapton, James Taylor, gli Who, Bon Jovi, Billy Joel, Elton John ecc.).

Il concerto è stato trasmesso da MTV e anche da questo è previsto un futuro CD. Mc Cartney ha scritto in tutta fretta un brano intitolato Freedom che è stato aggiunto, all'ultimo momento, come traccia aggiuntiva dell'ultimo album Driving Rain.

Michael Jackson ha ripetuto a Washington quello che McCartney ha fatto a N.Y.; un mega-concerto (United We Stand) di otto ore con Mick Jagger, James Brown, Aerosmith, NSYNC, Back Street Boys ecc.

Anche qui si ipotizza un possibile disco, mentre è certo che verrà pubblicato il singolo What More I Can Give, scritto da Jackson e interpretato insieme ad una folta schiera di stars (una cosa sul genere di We Are The World).

Dopo le torri il diluvio

Se non bastasse ad Atlanta, Dallas, Nashville, Toronto ci sono stati altri "concertoni" tra cui il Volunteers for America con Lynyrd Skynyrd, Stix, Reo Speedwagon, Journey, Bad Company, Edgar Winter, Peter Frampton e chi più ne ha più ne metta.

Insomma, rischiamo di essere sommersi da un diluvio di tonnellate di dischi che le nostre tasche, se pur in un impeto di generosità (e golosità), non credo possano reggere.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 12/11/2001 (321)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool