Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 14 dicembre 2019 (254) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa del Roseto
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Mercatino del Ri-Uso a Borgarello
» Tracce
» IT.A.CÀ
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 2811 del 21 marzo 2005 (3356) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
I riti della Settimana Santa
I riti della Settimana Santa

Prosegue Oltrepò, terra di tradizioni, un importante e ambizioso progetto dedicato al recupero della cultura rurale e alla valorizzazione delle forme culturali presenti sul territorio.

Le iniziative proposte riportano alla luce i luoghi caratteristici dell'area, creano e diffondono un'immagine del territorio montano fondata su valori culturali solidi e ben radicati nella comunità locale.
Le testimonianze della storia locale, la cultura dialettale e materiale, il folklore, l'etnografia dell'Oltrepò montano sono i temi portanti di questo progetto.
Il Gal, insieme alle Pro Loco, alle Associazioni Culturali e di volontariato e agli altri enti locali dell'area Leader, ha voluto sviluppare "Oltrepò, terra di tradizioni" per dare voce alle numerose e variegate espressioni della tradizione locale e riscoprire la propria identità territoriale e culturale.

Le manifestazioni, che si susseguono per l'intera stagione primavera-estate 2005, offrono la possibilità di riscoprire antiche tradizioni, leggende e ricchezze artistico-culturali attraverso concerti, spettacoli, rievocazioni storiche, mostre, visite guidate a musei e luoghi "nascosti".

Sette delle tredici manifestazioni in programma rientrano in un progetto unitario, Montagne di Musica, promosso dalla Comunità Montana Oltrepò Pavese, espressione di uno spazio di cultura e conoscenza comune, che insieme agli altri sei appuntamenti creano uno spazio comune di cultura e conoscenza nel quale vengono fatti emergere i valori del patrimonio storico e umano dell'area.
Musei di musica e antichi mestieri, mostre documentarie e fotografiche, eventi musicali e culturali, pubblicazioni e una caccia al tesoro tra storia e leggenda del territorio saranno la colonna sonora di questa edizione di Oltrepò, terra di tradizioni.

Il primo appuntamento è a Romagnese ed è dedicato ai riti sacri e profani che si svolgono durante la Settimana Santa che sono, per loro autenticità, fra i più significativi eventi di cultura tradizionale ancora presenti nell'Oltrepò.

Il programma dettagliato della manifestazione prevede:

Giovedì 24 marzo
La passione del giovedì Santo
L'antica rappresentazione della passione di Cristo, un momento di grande partecipazione popolare e di forte tensione religiosa.
Un penitente, la cui identità è conosciuta solo dai sacerdoti, incappucciato e vestito di rosso porpora, percorre a piedi scalzi il tragitto in salita che dalla Chiesa Parrocchiale di Romagnese porta all'oratorio di Casa Picchi, portando sulle spalle una croce di legno massiccio.
La processione è seguita da tutta la popolazione e da figuranti in costume d'epoca, tutte persone del luogo chiamate a rievocare questo momento di grande suggestione.
Chiesa di Romagnese, ore 20.00

Venerdì 25 marzo
La Via Crucis
I fulia "Romagnese e le 43 frazioni"

Nelle tre parrocchie che fanno capo al comune di Romagnese e alle sue 43 frazioni si svolgono i riti della Via Crucis, al termine dei quali, vengono accesi grandi fuochi che, secondo la tradizione, servono ad illuminare il cammino di Gesù Cristo.
In pochi minuti i falò delle diverse frazioni illuminano tutta la valle.
Romagnese e le sue frazioni, ore 20.00

Sabato 26 marzo

  • Mostra fotografica "Suonatori e Strumenti dell'Appennino"
    Dalle 9.00 alle 17.00

  • La Galina Grisa
    L'usanza della Galina Grisa è un esempio concreto di come la comunità di Romagnese ha saputo tenere in vita senza stravolgimenti e contaminazioni le tradizioni della cultura popolare.
    Sei squadre di cantori, accompagnati dalla melodia di pifferi e fisarmoniche, vanno di casa in casa per la consueta raccolta delle uova.

    Romagnese e le sue frazioni, ore 17.00
  • Tutti in piazza per la tradizionale grande frittata, musica e danze fino a tarda notte
    Piazza Castello - Romagnese, ore 24.00
  •  
     Informazioni 
    Per informazioni:
    Comune di Romagnese
    Piazza Castello, 1
    Tel.: 0383/580001
     
     
    Pavia, 21/03/2005 (2811)

    RIPRODUZIONE VIETATA
    www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
    In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



    MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
    Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool