Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 16 ottobre 2019 (278) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Swing and Jazz
» Note d'acqua
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 2808 del 21 marzo 2005 (1635) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ben Allison & Medicine Wheel per Dialoghi
Ben Allison & Medicine Wheel per Dialoghi

Sabato 19 marzo, presso l'Aula Magna del Collegio Ghislieri (ex Chiesa di San Francesco da Paola) si è tenuto il secondo concerto della rassegna "Dialoghi: jazz per due", organizzata dal Settore Cultura del Comune di Pavia.

Il contrabbassista Ben Allison si è alternato, in una serie di inediti duetti, con i sassofonisti Michael Blake e Jimmy Greene, il pianista Frank Kimbrough e il batterista Michael Sarin.

Il concerto ha rappresentato una forma inedita per la rassegna Dialoghi: infatti Allison si è trovato a "duettare", non con un singolo interlocutore, ma con quattro partners diversi in "sessions" separate: prima con Kimbrough in Phoenix e Misterioso (di Monk), poi con Blake, lasciando poi il palco a quest'ultimo che improvvisa un duetto con il batterista Sarin (con cui duetterà subito dopo).
E' poi la volta del sax di Greene che si confronta con Allison in "Time in C" (composizione di quest'ultimo) e in Love is Proximity (di Nichols).
A questo punto del concerto è l'intero quintetto che si presenta sul palco per suonare Third Eye e Peace Pipe e gli altri bis.

Ben Allison

Good americans boys, questa generazione di musicisti americani ha lasciato da parte la rabbia e la frenetica isterìa del Free per avvicinarsi ad una ricerca di "atmosfera" che li porta ad evidenziare il loro "back-ground musicale" (scusate il termine abusato) che abbraccia anche nomi come Bacharach e Zappa, che ne siano consapevoli o no.

L'acustica riverberata dell'antica chiesa in cui si sta svolgendo il concerto li costringe a rivoluzionare il loro modo di suonare e ad affrontare una reale improvvisazione, momento per momento. Il batterista stesso abbandona spesso le bacchette per passare ad uno stile che è più da percussionista e rumorista, fatto di effetti e di suoni più che di ritmi serrati.
Greene, che possiede una potenza di suono notevole, suona costantemente molto lontano dal microfono eppure si sente sino in fondo all'auditorio.

Allison è quello che ha più libertà d'azione e guida i patners dandogli ora il ritmo, ora la variazione melodica: è giovane ma molto sicuro di sé e il talento lo dimostra.
Il concerto è molto piacevole, loro sono bravi ma non posso dire che mi abbiano colpito più di tanto.

Cecchetto e Falzone

Per il terzo appuntamento della rassegna, fissato per mercoledì prossimo, è previsto il concerto del trombettista Giovanni Falzone e del chitarrista Roberto Cecchetto, tra i più interessanti nuovi talenti jazzistici, non solo a livello nazionale, emersi negli ultimi decenni.

Di origine siciliana e con alle spalle studi classici (si è diplomato al Conservatorio di Palermo), Falzone è fresco vincitore, come "Miglior nuovo talento italiano", del "Top Jazz 2004", il referendum indetto tra i critici dal mensile Musica Jazz.
Falzone, come leader, ha pubblicato tre dischi; Music For Five (Splasc-h), Big Fracture e Eartquake Suite, gli ultimi due registrati per la Soul Note. Per questa stessa etichetta è uscito di recente Live In Clusone, condiviso con il sassofonista Gaetano Partipilo e il pianista Mirko Signorile.
Come prima tromba, Falzone ha suonato in numerose orchestre classiche (tra le quali l'Orchestra Filarmonica di Torino e l'Orchestra Sinfonica di Milano "Giuseppe Verdi"), avendo così l'opportunità di collaborare con direttori illustri quali Sinopoli, Abbado, Giulini, Chailly, Berio.

Un background parzialmente differente distingue Roberto Cecchetto dal partner: il chitarrista milanese, infatti, si è dapprima avvicinato alla musica da autodidatta, per poi studiare con Filippo Daccò e, quindi, diplomarsi in chitarra classica presso il Conservatorio della sua città.
Nei primi anni Novanta Cecchetto si è affacciato sulla scena jazzistica nazionale e grazie all'entrata, nel 1994, negli Electric Five di Enrico Rava si è subito imposto come uno dei più interessanti specialisti italiani delle sei corde. Con Rava, Cecchetto ha suonato anche in trio (con Furio Di Castri al contrabbasso) e in duo.
Altre collaborazioni di rilevo sono quelle con i Nexus, con il trombettista Giorgio Li Calzi, il trombonista Beppe Caruso e l'ex Area Patrizio Fariselli, nonché quella con l'ottimo gruppo Rand-o-mania.

 
 Informazioni 
Giovanni Falzone e Roberto Cecchetto
per "Dialoghi: Jazz per due"

Dove: Santa Maria Gualtieri di Piazza della Vittoria - Pavia
Quando: mercoledì 23 marzo 2005, ore 21.00
Ingresso: 10,00 euro
 

Furio Sollazzi

Pavia, 21/03/2005 (2808)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool