Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 19 luglio 2019 (268) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Open Day al Vittadini
» Festival di Musica Sacra
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 2789 del 16 marzo 2005 (2809) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Antonacci fa 'il pieno'!
Antonacci fa 'il pieno'!

Palaravizza stracolmo di pubblico, lunedì scorso, per il concerto di Biagio Antonacci. Una vera "prima volta" a Pavia per Biagio che in questa città si era esibito (come ospite) in un concerto di Drupi al Castello Visconteo e aveva cantato solo un paio di canzoni.

Prima volta attesa anche da Antonacci stesso: un ritorno da trionfatore nella città in cui veniva a studiare da geometra con la corriera della Sgea che lo portava qui da Rozzano.

Pubblico numerosissimo, dicevo, e letteralmente adorante.

E tra il pubblico anche gli amici cantanti, Ron e Drupi, venuti ad assistere al trionfo.

E di vero trionfo si è trattato.

Due ore e mezza di concerto mozzafiato, nel vero senso della parola in quanto il pubblico, un po' spontaneamente e un po' continuamente incitato da un Biagio euforico, ha praticamente cantato a squarciagola per tutta la durata del concerto.

Canzoni vecchie e nuove si sono alternate ad un ritmo incalzante e, nei bis, è andato a ripescare anche il primo brano inciso e quello presentato a Sanremo nel '93.

Lui è bravissimo: tiene il palco "che è una meraviglia", sa trattare il pubblico, è generoso e simpatico e canta bene, tra le sue canzoni ce ne sono di veramente molto belle e, comunque, è riuscito a crearsi uno stile personale di larga fruibiltà pur rimanendo nell'ambito della canzone d'autore.

Mi è piaciuto il concerto?

In verità…non molto. Mi sono un po' annoiato. Era un concerto "da cantare", non tanto "da ascoltare".

E poi (a me, personalmente) l'eccessivo uso di elettronica, basi registrate e cose simili... toglie il gusto del concerto e non mi provoca nessuna emozione.

Però l'evento c'è stato e Biagio si è meritato ogni applauso che ha preso. Quindi... tanto di cappello!

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 16/03/2005 (2789)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool