Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 settembre 2020 (876) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Gli Speakers in concerto
» "...azzarola caro G." ovvero: come ti salvo il cinema a Pavia
» FavolaFolle Show
» Le Cicale… a Mede!
» Che occhio, ragazzi!
» ... e la mpd?
» ''E la pubblicità occulta?''

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 2630 del 31 gennaio 2005 (2162) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
'A che cosa serve la critica?'
'A che cosa serve la critica?'

Ci risiamo... quando meno uno se l'aspetta ecco che fioccano le domande.
E davvero la recensione di Un bacio appassionato, che avevo descritto come un "Giulietta e Romeo politico" non ne solleva mica di leggere.

Mi scrive Luca: "...ma dalla tua recensione non si capisce! Allora il film è bello o brutto? Devo andare a vederlo oppure no? Come "opera cinematografica" è riuscita oppure no?"


Ecco, carissimo Luca, tu poni delle questioni enormi colla leggerezza di qualcuno che ne pare inconsapevole!

In che senso da queste quattro colonne posso ambire a guidare in modo così schematico la tua condotta di spettatore? Come faccio, in soldoni, a dirti vai a vedere 'sto film oppure stai a casa!
Mi sentirei un verme. Già si esce poco... figurati se proprio io ti verrò mai a dire di non uscire a vedere un film al cinema...
No!
Scherzi a parte.
La critica secondo me ha una funzione differente.

L'articolo semaforico, verde-vai al cinema, giallo-vedi tu e rosso-non ci andare, può servire, forse, ad un pubblico molto frettoloso, ma quanto fa davvero crescere la tua consapevolezza di spettatore adulto?

La mia concezione di critica è differente.
Ritengo esibizionistico e vuoto dire alla gente che cosa deve fare in funzione di gusti che sono soltanto i miei.
Mi sembra invece più corretto aiutare, per quel poco che posso, qualcuno che ancora ha voglia di leggermi, a riflettere un po' di più sull'ultimo film che ha visto.
Perché quel progetto mi sembra monco? Che cosa manca all'ultimo horror? Come mai non ho trovato le stesse cose in questo film ed in quello precedente dello stesso autore?

Ecco. Secondo me la critica è anche, vorrei dire soprattutto, questo. Altrimenti perché le lezioni a scuola, i corsi ad adulti ed insegnanti, gli incontri che si fanno da tanto tempo e tanta gente segue?!

Penso che soltanto grazie ad una più approfondita conoscenza del cinema, della tv della videoarte come linguaggio, del sistema audiovisivo come codice di comunicazione riusciremo ad uscire da questo impasse formidabile che chissà ancora per quanto ci dividerà tra vincitori, che ci impongono le loro idee e vinti, che non aspettano altro che condividerle acriticamente.

Carissimo Luca diventa più scettico. Questo è l'unico consiglio che mi sento di darti. E soprattutto diffida da chi ti vuol spacciare le sue parole d'ordine. Sono quantomeno già fruste. Fattene tu di NUOVE!!!

 
 Informazioni 
 

Roberto Figazzolo

Pavia, 31/01/2005 (2630)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool