Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 ottobre 2019 (271) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società
» Visite al Museo della Bonifica

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
» Letizia Moratti ospite al Nuovo
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 2585 del 19 gennaio 2005 (2276) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Stage 'Sviluppo in India'
Stage 'Sviluppo in India'

Una ragazza di Pavia, Laura Gallo, è appena tornata da Pune, India, dove, da agosto a dicembre, ha svolto uno stage sociale tramite AIESEC, un'organizzazione internazionale - con sede anche a Pavia - che promuove una mutua collaborazione tra le nazioni attraverso opportunità di scambio e interazione tra giovani di differenti culture.

Esperti concordano nel sostenere che la migliore via per ricostruire la società indiana sia attraverso l'educazione delle masse non privilegiate e in particolare dei bambini. Il problema è che in India c'è molta ignoranza circa la qualità dell'educazione infantile.

Le comunità tribali in questa area indiana consistono in Warli, Warlis, Katkaris e Malhar Kolhi e ogni tribù ha la propria distinta identità. Educare una popolazione non letterata di questo tipo, che ha comunque una ricca tradizione orale, è un sfida considerevole, perché ogni comunità tribale ha il proprio linguaggio, i genitori sono spesso non educati e, anche se molto giovani i bambini devono lavorare per la sopravvivenza della famiglia... Occorre quindi risolvere l'emergenza più urgente nelle zone rurali, la sopravvivenza adeguata, prima di poter parlare di educazione. Lo scopo iniziale del progetto è pertanto quello di creare delle possibilità di guadagno e lavoro per delle comunità di donne tribali (si parla di donne perché sono loro che alla fine decidono tutto nella famiglia e l'educazione partirebbe quindi da loro).

In India Laura ha lavorato per una ONG indiana, Grammangal (Mangal=Benessere Gram=Villaggio, in Marathi), che si occupa dell'educazione e dello sviluppo nelle zone tribali. Grammangal - che collabora da 5 anni con l'Unicef e ha ricevuto l'importante premio "Fr. Maschio Memorial Lifetime Award" (già precedentemente consegnato a Madre Teresa di Calcutta) - ha creato nuove scuole poiché le infrastrutture pubbliche sono insufficienti (non possono contenere tutti i bambini e sono sempre troppo distanti dalle loro case). Gli insegnanti inoltre non sono adeguatamente preparati per insegnare a soggetti tribali e anche i programmi formali educativi non aderiscono alle loro esigenze. In India l'educazione dei bambini fino ai 13 anni è diventata obbligatoria solo da due anni, ma molto lavoro c'è ancora da fare perché questo si realizzi in pratica.

una donna indiana

Laura ha iniziato un progetto di produzione artigianale nell'area della regione Maharasthra, dove si trovano circa 250 comunità. Il progetto, appena avviato, prevede l'occupazione di donne tribali nella produzione di opere artigianali come gioielli in terracotta, prodotti in bambù, biglietti di auguri e cartellette. Oggetti che dovrebbero essere venduti nel mercato locale di Bombay e in Italia attraverso il commercio equo e solidale.
Fino ad ora sono stati stabiliti i contatti con gli importatori del commercio equo in Italia, le donne sono state selezionate e le unità produttive sono già in piena attività.

Il progetto, tuttavia, non è ancora sostenibile e autosufficiente. AIESEC sta quindi cercando una persona italiana che localmente porti avanti in modo autonomo quanto fatto finora da Laura.
E' assolutamente necessario che questa persona - flessibile, propositiva e disponibile a lavorare nell'area tribale e ovviamente avente una buona conoscenza dell'inglese - parta per la fine di febbraio / inizio marzo e stabilisca in India per un minimo 4 mesi. (N.B.: Pune e l'area nella quale lo stagista andrà a lavorare non sono state in alcun modo colpite dal maremoto).
L'organizzazione fornirà alloggio, cibo, trasporti, un ufficio nella città di Pune e uno stipendio mensile di 1500 rupie; mentre il viaggio è a carico di chi parte.

Per far conoscere questa opportunità, AIESEC ha pensato di organizzare una presentazionedello stage in Università. Raccolte in questa sede le adesioni, procederà a selezionare la persona adatta a partire.
Durante tutto il periodo precedente e seguente alla selezione, ogni candidato, sarà seguito da Laura e al momento della partenza avrà tutte le informazioni necessarie per vivere e lavorare in India, dove i colleghi dell'organizzazione si prenderanno completamente cura del/la nuovo/a arrivato/a.

 
 Informazioni 
Dove: Aula G, Palazzo Cetrale dell'Università
Corso Strada Nuova, 65 - Pavia
Quando: giovedì 20 gennaio 2005, ore 11.00

Per informazioni:
AIESEC - Tel.: 0382/21730
E-mail: camillalocatelli.dop@email.it - laura.gallo@tin.it
Web: www.grammangal.org
 
 
Pavia, 19/01/2005 (2585)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool