Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 15 luglio 2019 (285) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» River Love Festival
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Concerto di pianoforte
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Festival di Musica Sacra
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Open Day al Vittadini
» "La nuit profonde"
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 2404 del 15 novembre 2004 (1758) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ludovico Einaudi al Fraschini
Ludovico Einaudi al Fraschini

Giovedì 11 novembre, al Teatro Fraschini di Pavia, si è tenuto un concerto a favore di un'iniziativa lodevole: una raccolta fondi per sovvenzionare un progetto di cooperazione internazionale in Africa (promosso da Legambiente) e uno di accoglienza nel periodo invernale con la Comunità Casa del Giovane.

Il concerto vedeva protagonista Ludovico Einaudi affiancato, in alcuni momenti, da Ballakè Sissoko.

Sissoko è un grande suonatore di Kora (strumento a 21 corde ricavato da una zucca e, in questo caso, amplificato elettronicamente) e l'ha dimostrato riuscendo, sin dalle prime note, ad incantare il pubblico.

Ludovico Einaudi è un compositore/concertista che ha tenuto concerti in tutto il mondo e in sedi prestigiose; ha collaborato con registi, per la stesura di colonne sonore, e con coreografi.

Sostenuto dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, dal Comune di Pavia, il Teatro Fraschini e la Scotti Energia, questo concerto ha avuto un ottimo successo e ha raggiunto così gli obbiettivi prefissati.

Teatro pieno e pubblico plaudente.

Tutto per il meglio, dunque?

Beh... sì e no. Lasciatemi dire la mia, remare un pò controcorrente (oppure dimostrare la mia ignoranza in materia).

Il fatto è che i due musicisti, insieme, hanno offerto uno spettacolo affascinante e quasi magico ma Einaudi, da solo, mi ha lasciato molto perplesso.

Ballakè Sissoko

Il mio giudizio e le mie perplessità sono dettate dal mio essere musicista, oltre che musicologo.

Intanto c'è questa indefinita nebulosità sul tipo di musica che questo compositore propone: cos'è, musica da film? Musica classica?

Classica New Age si direbbe ad un primo impatto; ma poi si tira in ballo anche il Pop e il Blues.

I modi sono quelli della New Age, ma li si vuole caricare di enfasi "classica", specie nell'atteggiamento fisico dell'esecutore e nel suo "porgere" e "sospendere" le note.

E' una ricerca di sintesi (lodevolissima) o una semplificazione un pò troppo "semplice"?

Giri di quattro accordi, in quattro misure di quattro battute, ripetuti all'infinito variando ora gli accenti, ora le ritmiche, possono essere interessanti esercizi pianistici per esercitarsi a casa ma, come materia da concerto possono risultare, dopo più di un'ora e mezza, irritanti.

Ci sono momenti in cui mi sembra di trovarmi di fronte ad una personalità composta da Jarrett, Michelangeli, Dr. John e il tastierista di Enya... ma solo negli intenti e non nei contenuti.

Insomma, ho trovato le proposte non così eccelse e, a volte, anche un pò banali.

Però, se tutti lo osannano... forse sarò io che non capisco niente!

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 15/11/2004 (2404)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool