Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 12 novembre 2019 (909) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un patrimonio ritrovato
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Incontro con Giorgio Scianna
» Un patrimonio ritrovato
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» Libri al Fraccaro: Street philosophy Saggezza quotidiana
» Francesco Melzi e i codici di Leonardo
» Essenzialità dell'inessenziale
» La grande bellezza dei libri
» Al Borromeo il ricordo del teologo Karl Barth
» Un oceano di silenzio
» Pinocchio&Co - Festival dei Classici per ragazzi
» Piazza Fontana prima e dopo
» Domenica di carta
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» Cristoforo Colombo a fumetti
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 2226 del 16 settembre 2004 (3971) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Non solo scarpe..
Particolare della locandina della mostra

Il Museo della Calzatura di Vigevano apre i battenti il prossimo sabato alla sfavillante collezione di Andrea Pfister.

Scarpe solo in apparenza, in realtà visioni, suggestioni tradotte in materia e in forme più o meno familiari, quelle di Andrea Pfister, che, come ogni opera d'arte che si rispetti, trascendono dalla loro materialità e da ogni riferimento contestuale, per diventare emozione pura: proprio quella che ci viene dall'arte pura.
Le creazioni dell'artista-stilista, vigevanese d'adozione, icona del design nella patria della calzatura italiana, animano una straordinaria esposizione nelle "Galleria dei Passi d'Artista" del Museo della Calzatura.

Lo stilista, noto in tutto il mondo per la sua creatività, mette in mostra i più significativi modelli realizzati a partire dal 1964 per arrivare agli esemplari inediti della collezione primavera-estate 2005.

Una sezione della mostra, proveniente dalla collezione privata di Andrea Pfister, ospiterà le scarpe indossate da Marylin Monroe, Joan Crawford, Judy Garland, Betty Crabel, la Regina Maria José e Lady Ascort.

Un modello di Pfister

Da 40 anni Andrea Pfister è all'avanguardia e rimane una fonte d'ispirazione per tutti i giovani, perché la sua creatività non segue i dettami della moda, fa moda. La sua genialità ha ricevuto molteplici consacrazioni internazionali, tra le quali spicca l'esposizione permanente dedicatagli dal Museo di Romans, già ospitata a New York, Toronto, Zurigo e Los Angeles.

Nato a Pesaro il 30 agosto 1942, Andrea Pfister si sposta a Firenze a 18 anni per studiare storia dell'arte e all'età di 20 anni arriva a Milano, dove completa la sua formazione presso l'Ars Sutoria.
Nel 1963 vince il "Concorso Internazionale per Designer di Calzatura" ad Amsterdam, che gli permette di iniziare a collaborare a Parigi con grandi nomi, quali Lavin e Jean Patou, realizzando i modelli per le collezioni Haute Couture.
Nel 1965 lancia la sua prima collezione griffata "Andrea Pfister": domina il colore, in particolare il rosso che diverrà la nuance simbolo della sua carriera.
Nel 1967 incontra Jean Pierre Dupré, con cui nel 1968 si trasferisce a Vigevano, dove apre una fabbrica-atelier che in breve diviene punto di riferimento qualitativo per tutto il mondo della calzatura vigevanese.

Un modello di Pfister

Anche se la sua casa rimane Vigevano, Andrea è un vero "cittadino del mondo", per lavoro ma anche per il piacere di incontrare le sue numerose amiche ed estimatrici: Ursula Andress e Liz Taylor, Madonna e Barbra Streisand, Cher e Bo Derek, Catherine Deneuve e Jacqueline Bisset, Claudia Cardinale e Susan Sarandon, Julia Roberts e Sharon Stone...

Due mesi di tempo per incontrare, capire e amare un'arte tra le più sottili e nello stesso tempo più intriganti della nostra storia.

 
 Informazioni 
Dove: Castello di Vigevano - II scuderia
Quando: dal 18 settembre (inaugurazione alle ore 11.00) al 14 novembre 2004, nei seguenti orari:
Mar.-ven.: 10.00-12.30 / 15.00-18.00; sab. e dom.: 10.00-18.00. Lunedì chiuso.
Prezzi: 2,50 euro, con ingresso al Museo della Calzatura.

Per informazioni:
Tel.: 800 66 22 88
 
 
Pavia, 16/09/2004 (2226)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool