Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 20 luglio 2019 (440) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Swing and Jazz
» Note d'acqua
» River Love Festival
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Concerto di pianoforte
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Open Day al Vittadini
» Festival di Musica Sacra
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 2206 del 13 settembre 2004 (4480) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Bruno Cerutti e gli Sciacalli
Bruno Cerutti e gli Sciacalli

Beh, devo ammettere che sono rimasto veramente sorpreso. Conoscevo ed apprezzavo le doti di attore di Bruno Cerutti (anche quelle di Disc-jokey, quando trasmetteva con me a Pavia Radio City), ma non mi sarei mai spettato che riuscisse a cavarsela così bene anche nel canto e, soprattutto, in canzoni così difficili come quelle di Giorgio Gaber.

Non ci avete capito niente? Avete ragione, ricomincio dall'inizio.

Venerdì 10 Settembre, nelle sale del Castello Visconteo di Pavia, si sono inaugurate due mostre: una sulla vita e le opere dello scomparso Giorgio Gaber e un'altra (Meglio Single) che racchiude, nelle copertine dei circa trecento 45 giri esposti, una breve carrellata sulla storia della musica leggera (ve la consiglio, non solo perché l'ho allestita io con una parte della mia collezione, ma anche perché propone varie chiavi di lettura e tutte molto intriganti. Resta aperta sino al 19).

In concomitanza con l'inaugurazione delle mostre, sotto i portici del Castello, si è tenuto un concerto-recital (proprio come quelli che proponeva Gaber) di Bruno Cerutti accompagnato dagli Sciacalli, un gruppo di musicisti che si sono riuniti appositamente per questo progetto (Mariano Nocito al contrabbasso, Ambrogio Dalò alla chitarra e Federico Redi alla batteria).

Titolo dello spettacolo: L'illogica allegria.

Bruno Cerutti e gli Sciacalli

In poco meno di 90 minuti è stato riproposto un sunto del repertorio teatrale (e non) che Gaber ha composto nella sua lunga carriera.

Arrangiamenti musicali (di Mariano Nocito) mai invasivi o stravolgenti, ma originali pur nel rispetto della partitura; così come pure gli interventi di "personalizzazione" e di "contemporaneità" condotti da Cerutti sui testi originali sono stati discreti e molto ben calibrati.

Divertente, commovente, interessante, lo spettacolo ha affascinato più di 250 persone che hanno anche richiesto alcuni Bis tra cui un'inevitabile versione della Ballata del Cerutti (uno dei primi grandi successi commerciali di Gaber) in cui il nome del protagonista (Cerutti Gino) si è trasformato in Cerutti Bruno.

E bravo Bruno!

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 13/09/2004 (2206)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool