Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 6 marzo 2021 (454) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Questione di etichetta...
» Degustiamo il nostro territorio
» Pavia al Cioccolato
» 12 modi per risparmiare energia
» Panettone: consigli per l'acquisto

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Apre in Varzi Bottega Oltrepò
» BirrArt 2019
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Zuppa alla Pavese 2.0
» Autunno Pavese: tante novità
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Sagra della ciliegia
» Pop al top - terza tappa
» Birre Vive Sotto la Torre
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 1981 del 7 giugno 2004 (2343) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il pollo italiano
Il pollo italiano

Le associazioni degli Avicoltori Italiani hanno recentemente diffuso i dati sulla diminuzione del consumo di pollo ed in genere delle carni bianche nell'ultimo periodo. Il consumo italiano è diminuito del 6% ed in provincia di Pavia, su nostri rilievi, siamo addirittura all'8% in meno.
La colpa è stata subito imputata alla influenza aviaria che, particolarmente nel medio oriente, ha creato molti e seri guai con casi di trasmissione all'uomo della malattia.
Il nostro Ministero delle politiche Agricole e Forestali è corso subito ai ripari ed ha proposto il ''Pollo con il bollo'' come marchio di qualità che contraddistingue quello proveniente dagli allevamenti Italiani: un marchio da collocarsi su tutta la carne di pollo, intera e lavorata.

E' stata una iniziativa lodevole che ha trovato il plauso dei produttori e della stragrande maggioranza delle associazioni dei consumatori, nostra compresa.

Peccato però che la scelta del marchio provoca problemi seri di interpretazione che abbiamo potuto verificare anche in molte rivendite del pavese.
Il bollo infatti consiste in una I seguita dalla sigla 00 M/S Cee ovvero della I di Italia seguita dallo 00 che identifica lo stabilimento in cui la carne è lavorata e M/S, che significa che il prodotto è stato macellato e selezionato.
In teoria quindi questo marchio contraddistingue qualsiasi pollo lavorato in uno stabilimento Italiano anche se non è proveniente da allevementi Italiani.
Un bel pasticcio insomma soprattutto perché negli ultimi 12 mesi sono arrivati in Italia piu di 2.500 tonnellate di pollame fresco dalla Slovenia e dall'Ungheria, pollo che è stato trasformato in stabilimenti Italiani ed immesso sul mercato.

Noi abbiamo fatto alcune verifiche a Pavia e abbiamo chiesto ad alcuni rivenditori di garantire la provenienza del prodotto, certificandolo da allevamenti Italiani. Purtroppo solo due su dieci ci hanno dato garanzia, ovviamente esclusivamente verbale.

E' chiaro quindi che quel marchio cosi come è non è adatto allo scopo e bisogna modificare qualcosa, soprattutto per evitare ai consumatori un inganno.
E' un vero peccato che una iniziativa così pregievole non sia stata pensata in modo più oculato ed è ovvio che la ns. richiesta specifica è quella di correggere l'errore senza abbandonare il provvedimento.

 
 Informazioni 
 

Mario Spadini

Pavia, 07/06/2004 (1981)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool