Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 30 novembre 2020 (401) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Francia 2010 che delusione!
» Dalla Russia con 'cantore'
» Sanremo '06 - Il giorno dopo
» Paese che vai... musica che trovi
» Concorsi e concorrenti
» Festival di Sanremo 2005
» Polonia tra metal e kletzmer
» Guido Mazzon Torna a Pavia
» SpaziomusicaSpaziobruno
» Pavesi in India
» Satellite of love - Ultimo atto
» Novità in casa Lizard
» Chi giudica chi?
» Callegari e il remix di Silvestri
» Ma guarda un po'!
» Sanremo 2004 Luci ed Ombre
» Conversazione con Sironi
» Premiato musicista pavese
» La musica negli U.S.A
» UVMMS - Nuovo disco e concerti

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 1752 del 17 marzo 2004 (2522) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Bergamo, Pavia, la calca e Tarkovskij
Bergamo, Pavia, la calca e Tarkovskij

Eccoci al terzo appuntamento qui da Bergamo, anche se è particolarmente difficile tenere il passo: le folle impazzite che prendono d'assalto la sala, le proiezioni che si susseguono incalzanti, i tanti amici che vorresti fermare, coi quali ti piacerebbe passare un po' di tempo, ma che non riesci quasi nemmeno a salutare, stretto come sei tra gli articoli da scrivere, le foto da fare, i film da vedere... insomma tutta la confusione creativa che è lecito attendersi da un importante evento internazionale dedicato al cinema con il valore aggiunto del sentirsi in famiglia, e, attenzione, lo dico davvero senza retorica o piaggeria! Se non ci credete venite pure a controllare qui a Bergamo ma, forse non proprio questa volta, o, ancora meglio, non nel week end, correreste il rischio di rimanere fuori...

Ma forse sono io ad estremizzare.

Forse è proprio così che deve, o almeno dovrebbe essere, ancora meglio se in una città di provincia, non lontanissima ma neppure così vicina ad un grande centro come Milano: le manifestazioni culturali devono essere prese d'assalto dalla gente (e ieri nella ressa si è spaccato anche un vetro nella porta d'ingresso!), una massa colorata ed indistinta, le signore della Bergamo bene accanto al popolo no-global, i dreadlocks e le permanenti, i ''regolari'' che fanno ingegneria in Politecnico e la giovane rampante critica cinematografica nazionale... Tutti insieme insomma, ma davvero tutti, alla festa di questo cinema che è di tutti, perché altrimenti rischia di non essere proprio di nessuno.

E dopo la tirata un esempio eclatante, giusto perché la ''pubblicità comparativa'' non è ancora vietata sulla ''libera stampa'': come mai da noi a Pavia se io metto in cartellone i corti tesi di laurea dei sei giovani usciti quest'anno dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma (Sguardi Puri '03), con tanto del più bravo dei sei presente alla proiezione e disponibile alle domande del pubblico, ho soltanto dieci amici a farmi compagnia in sala e ieri sera qui per i folli cortometraggi di ultra-avanguardia di Guy Maddin (ricordatemi di parlarvene appena avremo due secondi) più No pasaran: album souvenir, di Henri-François Imbert, della Mostra Concorso, un film giocato su di una serie di cartoline degli anni trenta, e l'ennesimo Tarkovskij Zerkalo (Lo specchio) annata 1974, si fa letteralmente a botte per entrare, si colma la sala di trecento posti e si fanno sedere, obbligatoriamente per terra, almeno altre cento persone?

Sarà soltanto perchè i bergamaschi sono ''culturalmente'' più curiosi dei pavesi o c'entra anche la regolarità di proposta del nuovo al cinema, la graduale e continua sperimentazione, il buon lavoro fatto ad ogni livello dai nostri ''local heros'' vicini di regione?!

La risposta io ce l'avrei... sapete cosa... chiedetemela quando mi vedrete in giro per Corso Garibaldi collo sguardo perso ed un po' triste dall'inizio della prossima settimana, quando, finito il BFM sarò ritornato in città.
Ne parleremo volentieri davanti ad un caffè...
Un abbraccio

 
 Informazioni 
 

Roberto Figazzolo

Pavia, 17/03/2004 (1752)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool