Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 13 luglio 2020 (911) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Retorbido
» Sartirana Lomellina
» Breme
» Bereguardo
» Lomello
» Zavattarello
» Chignolo Po
» Montescano
» Montù Beccaria
» Canneto Pavese
» Santa Giuletta
» Santa Maria della Versa
» Castana
» Rovescala
» Pietra de' Giorgi
» Canevino
» Stradella

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 1589 del 13 gennaio 2004 (2967) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Torrazza Coste
Una veduta del paese

Centro agricolo dell'Oltrepò Pavese occidentale, Torrazza Coste sorge 27 km a sud-ovest del capoluogo, a 158 metri sul livello del mare, affacciandosi sulla Pianura Padana. Adagiato tra i coltivi e vigneti, che vantano un'ottima produzione, è racchiuso tra due piccoli torrenti, lo Schizzola e il Brignolo.

Si pensa che Torrazza Coste abbia origine romana, ma dalla distruzione dell'antico villaggio di Dianium (V sec. d.C.), non si ebbero più notizie del nucleo fondato sulle alture circostanti dai suoi superstiti fino al XII secolo, epoca in cui, in un diploma imperiale di Federico I, si trova indicato con il nome di Turris centum Costarum (Torre delle cento coste, probabilmente in riferimento alla torre-fortilizio ivi eretta e alla posizione del paese.). Nello storico documento, Torrazza Coste, figura come feudo del Vescovo di Tortona, al quale veniva sottratto dall'Imperatore per annetterlo, insieme ad altri luoghi, al Principato di Pavia.
All'inizio del XIV secolo, durante il dominio dei Visconti, il feudo passò nelle mani dei Beccaria.
Dopo esser passata sotto spagnoli e austriaci, Torrazza Coste fu annessa al Regno Sabaudo nel 1743 e, dieci anni più tardi, decretando la fine del feudalesimo, Carlo Emanuele III, dopo aver promossò Voghera al rango di città, la considerò "Libero Stato".

Una curiosità: un tempo Torrazza Coste dipendeva da Sant'Antonino che, munito di castello, era un luogo molto più forte. Oggi del castello non resta più nulla e Sant'Antonino è una frazione di questo comune nota per gli omonimi orridi, una sorta di "burroni" costituiti da marne argillose variamene colorate.

La massiccia torre a base quadrata che diede il nome all'abitato, venne costruita nell'XI secolo da un feudatario del luogo come vedetta avanzata dei castelli di Nebbiolo e S. Antonino. In seguito fu munita di merlatura guelfa, feritorie e piombatori, e rafforzata da mura, con ricetto e barbacane, che si chiudevano a quadrilatero a proteggere l'antico borgo.
Verso la fine del XVII secolo la torre venne mozzata, coperta da un tetto e convertita in abitazione dalla famiglia Racagni, signora del territorio, che edificò poi l'attuale e omonima villa inglobando l'antica torre e le vestigia degli edifici fortificati preeistenti.

In paese si può ammirare la Chiesa parrocchiale intitolata a San Carlo Borromeo. Datato 1625, l'edificio, poi rimaneggiato, presenta faccata neoclassica, interni barocchi con affreschi, di cui uno celebrativo del Santo Patrono, ed un alto ed elegante campanile che, visibile da lontano, rende tipico il profilo del paese. In questa parrocchia, ogni vigilia di Natale, viene allestito da Don Angelo Marini il famoso presepe policromo in 12 diorami.

 
 Informazioni 
 

Sara Pezzati

Pavia, 13/01/2004 (1589)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool