Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 6 dicembre 2019 (688) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» La Tempesta
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» La notte dei cantastorie
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Radiostrambodramma
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Incontro con Giorgio Scianna
» Duo violino e violoncello
» Custodire la memoria. Incontro con Giovanni Paparcuri
» Un letto da favola
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» La Giornata Mondiale del Diabete
» Cartastorie
» I futuristi alla Guerra
» Festival del Sorriso

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» La Tempesta
» Radiostrambodramma
» Un letto da favola
» Incontro con il Cinema d'Autore
» Anne Frank - Vite parallele
» Cartastorie
» I futuristi alla Guerra
» Festival del Sorriso
» Carta Bianca a Moni Ovadia
» Harold
» Ibridazioni sul mito di Frankenstein
» Ponta chi un’altra cadrega
» Musica e archeologia
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» EX|ART Film Festival
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 15720 del 23 settembre 2019 (135) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Home: la zona d’ombra
Home: la zona d’ombra

 Dalla zona d’ombra alla luce, attraverso la musica dei Depeche Mode e parole di trasformazione sociale e culturale. Tutto ciò è “Home: la zona d’ombra”. Si tratta di un percorso a monologhi in continuo cambiamento di registro, allestito dal Gruppo Parole a Manovella per il Festival delle Trasformazioni 2019.

Storie di alienazione, dipendenze, relazioni: da sempre, il teatro, la musica e l’arte in generale sono testimoni delle trasformazioni sociali e culturali. Spesso è proprio attraverso queste forme di espressione che gli argomenti più caratterizzanti possono essere interpretati, esibiti e assimilati, sia col registro comico, che con quello drammatico.
Con questa premessa, il Gruppo Parole a Manovella propone uno spettacolo di monologhi sulla trasformazione sociale dei nostri tempi, uniti alla musica di un gruppo inglese – i Depeche Mode – che ha fatto del continuo cambiamento e della sperimentazione il suo marchio di fabbrica.
I testi dello spettacolo sono del regista, autore e attore Massimiliano Bruno (“Gli ultimi saranno ultimi”, “Beata Ignoranza” e “Non ci resta che il crimine” le sue ultime opere) che, con il suo stile inconfondibile, alterna battute ciniche e riflessioni improvvise. Queste invenzioni di parole – interpretate dal suo allievo Max Di Landro - danno corpo a creature uscite dalla zona d'ombra, con il risultato di monologhi ironici, sboccati e assolutamente attuali.

A rendere musica l’aria, Manuel Signorelli (tastiera), Vassilia Chachlakis (violoncello) e Beatrice Oteri, musicisti di formazione classica e di vocazione rock, in un nuovo capitolo della loro ricerca artistica.

Inserito nel programma del “Festival delle Trasformazioni 2019”, organizzato da Rete Cultura Vigevano, lo spettacolo “Home: La Zona d’Ombra” andrà in scena sabato 28 settembre.

 
 Informazioni 
Dove: Vigevano - presso il Cortile di Palazzo Merula
Quando: sabato 28 settembre 2019
Orario: 21.00
Note:  (all’interno del Palazzo, in caso di pioggia)

 
 
Pavia, 23/09/2019 (15720)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool