Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 26 marzo 2019 (311) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» C'era una volta... A la nosa manera
» Conversazione Dannunziana
» Mario Giordano presenta il libro "L'Italia non è più italiana"
» I pro e i contro del VAR
» Uno sguardo sulla congiuntura economica italiana e mondiale
» Gandhi, oltre l’India. Valori gandhiani e integrazione sociale in Italia
» Giornalismo di moda: stereotipi, realtà e nuove frontiere
» Piccoli Argini: La Tempesta
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» I grandi misteri della Fisica al Collegio Borromeo
» Incontro con Paolo Rumiz
» L'estetica del vero
» La Luna Nuova
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Verso il bosco”
» L’origine dell’uomo secondo Edoardo Boncinelli - RINVIATO
» Non erano eroi ma giornalisti. La libertà di informare oggi
» In viaggio verso lo spazio con Roberto Battiston
» Cioccovillage
» Enrica, che spettacolo di formica

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Bentornata Primavera!
» Ultimo respiro
» Visita alla chiesa di San Francesco
» Violetta e le altre...
» Sulle tracce di Bernardino a Pavia
» Alla scoperta di Carlo Forlanini
» Sotto la Cupola
» Cena di frontiera
» Pavia in guerra
» Uno:Uno Kids: l'album fotografico di Maria Cozzi
» Visita al Museo di Archeologia
» Storie e ricordi di Grandi Guerre
» Nuova sezione permanente: la 'Sala del collezionista. Grafica e arti minori'
» Natale al Broletto
» A tu per tu con l'opera Kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 15540 del 11 marzo 2019 (158) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Giornate FAI di Primavera
Giornate FAI di Primavera

Tornano le Giornate FAI di Primavera, a Pavia saranno tre i beni aperti alle visite: Collegio Ghislieri, Villa Necchi e Chiesa Ucraina di San Giorgio, mentre fuori città verrà aperto il Palazzo Rizzi di Villanterio.

Il Collegio Ghislieri rappresenta una delle istituzioni culturali più antiche e prestigiose della città di Pavia. Fondato nel 1567 da Papa Pio V Ghislieri con l'intento di sostenere e curare la crescita intellettuale e morale degli studenti. Autore del progetto fu Pellegrino Tibaldi; la struttura dell'edificio è piuttosto composita, a causa di successivi ampliamenti e modifiche che tuttavia non ne hanno alterato l'immagine di monumentalità e sontuosità. Il percorso di visita si snoderà attraverso i sontuosi ambienti del Collegio; in esclusiva per il FAI, verranno esposti e descritti preziosi volumi antichi custoditi nella Biblioteca.
Orari: Sabato 23 marzo dalle 14.30 alle 18.00 (ultimo ingresso ore 17.00); Domenica 24 marzo: dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso ore 17.00). Il Collegio è accessibile ai disabili. Visite a contributo libero a partire da 3€. Corsia riservata salta coda per gli iscritti FAI.

Villa Necchi è l'unico edificio residenziale rimasto in città a ricordare la storica famiglia di imprenditori pavesi Necchi. Fu fatta costruire da Ambrogio a fine '800, a due passi dalla propria fabbrica di ghise malleabili, per viverci con la moglie Emilia Carcano e i figli Nedda, Gigina e Vittorio, fondatore della celeberrima fabbrica di macchine per cucire. Citata in alcuni testi come Casa Emilia Necchi, presenta un decoro discreto, di gusto variamente liberty, art déco e neo-rinascimentale, costituito da ricercati ferri battuti, eleganti boiserie e vetri colorati.
Orario di visita: Sabato 23 marzo dalle ore 14.30 alle ore 18.00 (ultimo ingresso ore 17.00); Domenica 24 marzo dalle ore 10.00 alle ore 18.00 (ultimo ingresso alle ore 17.00). La Villa è accessibile ai disabili. Visite a contributo libero a partire da 3€. Corsia riservata salta coda per gli iscritti FAI.

Chiesa di San Giorgio in Montefalcone. L'apertura rientra nel progetto FAI "Ponte tra Culture" che promuove la conoscenza e la comunicazione tra culture e religioni diverse. Da alcuni anni la Chiesa di San Giorgio è diventata la Parrocchia della comunità ucraina ed è officiata in rito cattolico-bizantino, motivo per cui ai quadri della tradizione occidentale sono ora affiancate delle preziose icone. Dopo una breve introduzione di carattere storico/architettonico (secondo la tradizione la chiesa fu fondata nel 691 dal re longobardo Cuniperto, in posizione elevata a dominare la valle del Ticino), la signora Maryna Tovt, moglie del Parroco Alexandr Tovt e membro attivo della comunità cattolica ucraina, spiegherà le peculiarità del rito bizantino, con le tradizioni, gli usi, le celebrazioni e il culto delle icone.
Le visite saranno solo domenica pomeriggio a orari prestabiliti: alle ore 15.00, 16.00 e 17.00 fino ad esaurimento posti. Ingresso prioritario per gli iscritti FAI. Contributo libero a partire da 3€. Accesso difficile per i disabili (lunga rampa a gradoni).

Palazzo Rizzi a Villanterio; fu costruito fra il 1540 ed il 1547 da Giovanni Angelo Rizzi, segretario di camera del Duca di Milano Francesco II Sforza e cancelliere del consiglio segreto di Milano. Il piano nobile del Palazzo era suddiviso internamente con un grande Salone e cinque sale consecutive. Tutti i locali erano coperti da volte a lunette affrescate, il cui ciclo pittorico straordinario proseguiva anche lungo le pareti. Nel 1876 il Comune di Villanterio lo acquistò per adibirlo a scuola elementare, uffici municipali ed alloggio del segretario comunale. Oltre a Palazzo Rizzi, il percorso di visita comprenderà il Parco di Villa Meriggi e la chiesa di Santa Maria nel Rione Commenda.
Orari: Sabato 23 marzo dalle ore 14.30 alle 18.00 (ultimo ingresso alle ore 17.00); domenica 24 marzo dalle ore 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso alle ore 17.00). Ingresso prioritario per gli iscritti FAI. Contributo libero a partire da 3€.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - e Villanterio
Quando: da sabato 23 marzo 2019 a domenica 24 marzo 2019
 
 
Pavia, 11/03/2019 (15540)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool