Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 18 agosto 2019 (316) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» 7 wonders di Davide Bussoleni.
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Birrifici in Borgo
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» Festival delle Farfalle
» Il romanzo di Baslot
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Lo sguardo Oltre
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Giochi d'acqua... dolce o salata?
» Giornata del Naso Rosso
» Risate Solidali

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» 7 wonders di Davide Bussoleni.
» Un anno al Fraschini
» Lo sguardo Oltre
» Risate Solidali
» "Com' è profondo il mare"
» Ti si moj zivot - Tu sei la mia vita
» Le cose in comune
» Piccolo canto di Resurrezione
» C'era una volta... A la nosa manera
» Radiostrambodramma
» Al fiuto magico ad Rosanna
» Piccoli Argini: La Tempesta
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» La Luna Nuova
» Verso il bosco”
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 15500 del 19 febbraio 2019 (267) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Sotto i girasoli
Sotto i girasoli

Proseguono gli appuntamenti degli Argini di In Scena Veritas, la rassegna teatrale ospitata dal Teatro Mastroianni dove andrà in scena Sotto i girasoli, una storia di guerra e di rinascita, raccontata a partire da una vicenda realmente accaduta.

Augusto, Carmine e Federico sono tre ragazzi costretti a partire per la guerra. Insieme alla divisa e alle armi in dotazione, scelgono di portare con sé, in gran segreto, tutta la loro vitalità, la loro gioia di stare al mondo, la loro amicizia e l'emozione di chi vuole credere che la vita sia un dono troppo grande per essere sacrificato. La voce fuori campo e le registrazioni originali di Augusto Tognetti, sopravvissuto alla ritirata di Russia e al campo di concentramento nazista di Buchenwald, accompagnano l'incessante procedere degli eventi vorticosi che andranno dritti al cuore del racconto: la fragilità umana che si rialza e trova il suo senso, una poesia nata, nonostante tutto, dall'incontro tra un ragazzino e la guerra.

«Lo spettacolo – commenta la regista Isabella Perego racconta la storia di mio nonno che, dopo 70 anni di silenzio, ha deciso di parlarmi degli eventi tragici che lo hanno travolto durante il fascismo. Sono rimasta completamente disarmata. Per l’orrore di quegli anni certo, per non parlare del fatto che lui era mio nonno. Ma la cosa che più mi ha sconvolta è come lui, poco più che bambino, si sia rifiutato, in modo ostinato e coraggioso di farsi strappare la vita. Di come sia riuscito a trasformare ogni orrore subìto in bisogno di vivere: io questo non lo so, ma ho pensato che fosse importante raccontarlo. Perché la memoria è vita. È una piccola fiamma che, nonostante tutto, continua a brillare, tra la neve che copre ogni cosa, nel freddo, nella solitudine dell’abbandono, in un destino che dopotutto non era già segnato».

Produzione di Punto Teatro Studio, lo spettacolo ha vinto la Menzione Speciale del Festival Young Station 2015 di Montemurio.

 
 
 Informazioni 
Dove: San Martino Siccomario - Teatro Marcello Mastroianni
Indirizzo: Via Piemonte 8
Quando: sabato 23 febbraio 2019
Orario: 21.00
Note: Ingresso 10€ | Ridotto 8€

È possibile prenotare i propri posti al Teatro Mastroianni dal sito: www.inscenaveritas.com
Per informazioni: cell – 339/5373945
 
 
Pavia, 19/02/2019 (15500)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool