Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 24 febbraio 2019 (609) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» "I fuori sede"
» Sotto i girasoli
» Premiazione Amici delle Mummie
» Io, Emanuela ricordi di un viaggio senza ritorno
» Gruppo di lettura allo Spazio Q
» 2 passi … tra rogge, boschi e peschiere
» BuioBù
» Scarpette rosse
» Venerdì di sQrittura
» Incontro in Biblioteca con la scrittrice
» Andiamo(Storie di viaggi)
» Bob Marley's Celebration
» Balestre Svizzere
» RAP. Potere alle parole
» Io e il mostro
» Terry Pratchett: oltre la risata
» La banalità del male - Paola Bigatto
» Il fascimo antisemita e le Università. Il caso di Pavia
» Quartetto di Fiesole e Andrea Lucchesini in concerto al Borromeo
» Yossl e Peter, l’invidia di Caino

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» "I fuori sede"
» Sotto i girasoli
» Scarpette rosse
» BuioBù
» ‘Cinema d’autore’
» Andiamo(Storie di viaggi)
» Balestre Svizzere
» La banalità del male - Paola Bigatto
» Yossl e Peter, l’invidia di Caino
» MIMOries
» I Fratelli Lehman
» Pinocchio, Le Avventure di un sognatore
» Il Gabbiano
» Giacomina e i fagioli magici
» Al cinema insieme
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 15483 del 5 febbraio 2019 (84) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Professore, non faccia poesia!" - Storie di scuola
Professore, non faccia poesia!

Il Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria ospita lo spettacolo teatrale "Professore, non faccia poesia!" - Storie di scuola.

L'idea nasce da Gipo Anfosso, professore nella scuola media, che scrive dei racconti per narrare la vita tra preadolescenti, genitori, colleghi, personale della scuola e ministri. Francesco Mastrandrea propone di portarli in pubblico e nasce così questa collaborazione e questo spettacolo che vede protagonisti Gipo, Francesco e Matteo Callegari con la sua chitarra.

L'ossatura è data da letture dei racconti, brevi spezzoni video, incursioni teatrali di Francesco, brani strumentali di Matteo. La recita di un molto verosimile consiglio di classe è affidata invece a cinque maturandi del Copernico, ex alunni di Gipo e pronti a gettarsi in questa avventura. Nello spettacolo si alternano il registro comico con gli aspetti tragici e le tante emozioni che smuove la vita quotidiana all'interno di una scuola.
La cifra che contraddistingue lo spettacolo è la sincerità, la mancanza di indulgenza per chicchessia (docenti in primis, ma anche famiglie, colleghi, superiori). Una sincerità che è rivestita di passione, di tenerezza, di empatia, talvolta di impotenza di fronte a ciò che potrebbe essere e non è.

Lo spettacolo può essere uno strumento che consente a tutti quelli che sono coinvolti di conoscere e di riconoscersi. Per i ragazzi è un modo non convenzionale di avvicinarsi al mondo dei loro insegnanti e di osservarli con uno sguardo nuovo. Le famiglie vedono evidenziate le loro fragilità, ma anche la cura, la premura, l'attenzione con cui queste fragilità vengono trattate. Forse non piacerà a tutti gli insegnanti, che possono essere il meglio e il peggio della scuola, ma non ci possono essere sconti per chi non fa questo lavoro con passione.

L'incontro è organizzato da Biblioteca Universitaria e Leggere.pavia.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria di Pavia
Indirizzo: Corso Strada nuova 65
Quando: mercoledì 6 febbraio 2019
Orario: 17.00
 
 
Pavia, 05/02/2019 (15483)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool