Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 16 gennaio 2019 (294) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» MIMOries
» Inciampare per Ricordare
» Pinocchio, Le Avventure di un sognatore
» 515 storie con Fabrizio De André
» Giacomina e i fagioli magici
» Al cinema insieme
» 5^ Scarpadoro di Babbo Natale
» Dolci Storie
» A tu per tu con l'opera Kids
» Inaugurazione APP museale
» I Canti di Natale: piccola lezione con interventi musicali
» Conversazione pavese con Jole Garuti
» Natale dai Mondi
» «e così spero di te»
» Dialoghi sulle mummie
» A tutto museo
» Cities for Life 2018 - Città per la Vita, Città Contro la Pena di Morte
» Genesis a Pavia: io c'ero
» In forma...con pochi accorgimenti
» Piccolo Principe

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» I Canti di Natale: piccola lezione con interventi musicali
» Storia di un violino
» Lezione-concerto sul rock
» 150 anni morte Gioacchino Rossini - Petite Messe Solennelle in Carmine
» All you need is rock
» Semplicemente Sacher
» Madama Butterfly
» Notturni in Certosa
» B&V tra Buenos Aires e Budapest...
» Omaggio a Gershwin
» B&V: fisarmonica o clarinetto?
» Trio In Cassotto a B&V
» La Luna e l'Acqua
» Oracula Sacra
» Sagra delle Sagre Oltrepò
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 15450 del 7 gennaio 2019 (177) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Cantata anarchica per De André
Cantata anarchica per De André

Esattamente venti anni fa l’11 Gennaio del 1999 ci lasciava Fabrizio De André.
Così nonostante il freddo, ogni anno per l’anniversario della scomparsa di Faber, persone di ogni età e provenienza si ritrovano in mille luoghi diversi in tutta Italia. Così  anche a Mortara con una iniziativa promossa dall’Associazione Culturale Il Villaggio di Esteban. Una serata per il piacere di celebrare questo cantautore, la sua voglia di cantare gli ultimi, gli scarti, i vecchi, i suicidi, gli amanti, i malati di cuore, i bombaroli, gli antimilitaristi, le prostitute, la gente senza patria e senza sogni.

Non c’è bisogno di spendere parole per raccontare questo strano cantautore che ha scritto poesie rivestite di musica, emblema di una generazione intera. Canzoni che sono finite persino nei libri dei ragazzi di scuola, che sono amate da giovani e da vecchi, i primi impressionati dalla sua capacità di cantare la diversità, la fragilità, gli ultimi della terra con infinita tenerezza, gli altri perché a quelle canzoni hanno appeso spesso i loro giorni migliori e ancora la voglia e la paura di andare in direzione ostinata e contraria.

L’Associazione Culturale Il Villaggio di Esteban invita tutti, ma proprio tutti, a venire in piazza e a portare con se canzonieri e chitarra e poi fisarmoniche, flauti, violini, cajon, djembè, mandolini, bouzouki, kazoo, mani, piedi. Senza dimenticare the caldo e coperte. Quale modo migliore per sentirlo sempre vivo, creando atmosfere magiche e nostalgiche, che cantarlo in tanti  in piazza?

 
 Informazioni 
Dove: Mortara - Piazza del Teatro
Quando: sabato 12 gennaio 2019
Orario: 21.00
 
 
Pavia, 07/01/2019 (15450)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool