Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 5 giugno 2020 (1643) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15436 del 12 dicembre 2018 (802) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni
La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni

La Mostra nasce a seguito del successo dell'esposizione "Da NInive a Mosul" e per l'interesse suscitato dalla tematica di Babele e della sua celebre Torre.

La Biblioteca custodisce una collezione di Bibbie di varie epoche, di cui molte illustrate, selezionate per le loro immagini: dall'incunabulo del 1493 Liber Chronicarum, attraverso gli straordinari volumi della Bibbia appartenuta alla Certosa di Pavia (1569-72) con i testi in latino, greco ebraico e caldaico. E, a proposito delle lingue, un piccolo spazio è stato riservato ad Ambrogio Teseo degli Albonesi che, nella prima metà del Cinquecento, tra le mura del Monastero di San Pietro in Ciel d'Oro, si occupava di linguistica. Chiudono la rassegna le Bibbie illustrate da Gustave Dorè (1883-85) e Salvator Dalì (1967)

A fianco delle pagine antiche sono esposti dipinti e disegni di Alberto Andreis, che ha ispirato molte delle sue opere proprio a Babele. Alberto Andreis (Brescia 1959), pittore, scenogragfo, decoratore e fotografo, è considerato da alcuni critici "degno continuatore della ricerca metafisica" dechirichiana. La sua pittura, tecnicamente ricca e molto curata, è evocativa dello "spazio delle varianti", ove tutto è possibile contemporaneamente. Il tema della Torre di Babele, talora contaminato da quello del labirinto, ricorre da tempo nella sua ricerca di un senso dell'esistenza.
Scenografo internazionale, decoratore, fotografo curioso e straniante, esplora con passione ogni percorso artistico praticato. In

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone Teresiano Biblioteca Universitaria di Pavia Strada Nuova
Indirizzo: Corso Strada nuova 65
Quando: da venerdì 14 dicembre 2018 a sabato 9 febbraio 2019
Orario: Dal lunedì al venerdì 8.30-18,30 Sabato 8.30-13.30 Dal 24 dicembre al 5 gennaio la Biblioteca sarà aperta dalle 8.30 alle 13.30
Note: Inaugurazione della mostra di Alberto Andreis Venerdì 14 dicembre ore 17.00

 
 
Pavia, 12/12/2018 (15436)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool