Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 16 dicembre 2018 (664) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» 5^ Scarpadoro di Babbo Natale
» Dolci Storie
» A tu per tu con l'opera Kids
» Inaugurazione APP museale
» I Canti di Natale: piccola lezione con interventi musicali
» Conversazione pavese con Jole Garuti
» Natale dai Mondi
» Dialoghi sulle mummie
» A tutto museo
» Cities for Life 2018 - Città per la Vita, Città Contro la Pena di Morte
» Genesis a Pavia: io c'ero
» In forma...con pochi accorgimenti
» Piccolo Principe
» Torre d’Isola in festa…aspettando il Natale
» Dai salotti ai macelli
» Lezione-concerto sul rock
» Festival del Sorriso
» Spirito di Copenaghen
» La terra di sotto. Il business dei rifiuti
» Carta... canta! L'immagine del rock tra fotografia e archivi

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Conversazione pavese con Jole Garuti
» Dialoghi sulle mummie
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» All'origine delle guide turistiche
» A tutto museo
» P.A.T. – Pavia Art Talent
» Mater - Parole e immagini sulla maternità
» Mostra dei Plumcake
» Conversazione Pavese
» Genesis a Pavia: io c'ero
» Dai salotti ai macelli
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Napoleone anche a Pavia
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15430 del 5 dicembre 2018 (71) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
«e così spero di te»
«e così spero di te»

Ai Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia si terrà la conferenza di Mirko Volpi, ricercatore in Linguistica italiana presso l'Università di Pavia, «e così spero di te». L'italiano popolare nelle lettere di soldati durante la Grande Guerra.

La conferenza avrà come oggetto la lingua delle lettere dei soldati italiani che - dal fronte o nei campi prigionia - scrivevano a casa, e pure dei famigliari che rispondevano loro, nonché di quelle anonime e minatorie che il popolo scrisse al Re nel corso della Grande Guerra.
Questa lingua, infatti, nella maggior parte dei casi, si può definire "italiano popolare" e si tratta cioè di quell'italiano mal gestito e mal scritto da parte di chi aveva come prima lingua il dialetto.

L'intervento mostrerà le caratteristiche principali di tale varietà dell'italiano attraverso la lettura e l'illustrazione di alcune missive esemplari, pavesi e no, capaci - al di là del dato linguistico - di offrire anche uno squarcio, umanissimo e drammatico, sulle vite e sui patimenti di uomini e donne qualunque durante il conflitto.

L'iniziativa si inserisce nel programma di eventi collaterali proposti in occasione della mostra Tra il vento e la neve. Prigionieri italiani nella Grande Guerra, organizzata dai Musei Civici di Pavia e visitabile fino al prossino 27 gennaio, presso il Castello Visconteo.
 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Musei Civici del Castello Visconteo
Quando: venerdì 7 dicembre 2018
Orario: 17.30
Note:  ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti 

 
 
Pavia, 05/12/2018 (15430)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool