Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 23 luglio 2019 (368) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Festival di Gypsy
» Birrifici in Borgo
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» Festival delle Farfalle
» Il romanzo di Baslot
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Lo sguardo Oltre
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Giochi d'acqua... dolce o salata?
» Giornata del Naso Rosso
» Risate Solidali
» L'Aquila, 6 aprile 2009: una svolta nella comprensione e percezione dei terremoti italiani
» Open Day al Vittadini

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Il romanzo di Baslot
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» La bellezza della scienza
» Presentazione inutile
» Maria Corti: una vita per la parola. Un viaggio editoriale
» Pillole di... fake news
» Walking the Line
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15430 del 5 dicembre 2018 (314) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
«e così spero di te»
«e così spero di te»

Ai Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia si terrà la conferenza di Mirko Volpi, ricercatore in Linguistica italiana presso l'Università di Pavia, «e così spero di te». L'italiano popolare nelle lettere di soldati durante la Grande Guerra.

La conferenza avrà come oggetto la lingua delle lettere dei soldati italiani che - dal fronte o nei campi prigionia - scrivevano a casa, e pure dei famigliari che rispondevano loro, nonché di quelle anonime e minatorie che il popolo scrisse al Re nel corso della Grande Guerra.
Questa lingua, infatti, nella maggior parte dei casi, si può definire "italiano popolare" e si tratta cioè di quell'italiano mal gestito e mal scritto da parte di chi aveva come prima lingua il dialetto.

L'intervento mostrerà le caratteristiche principali di tale varietà dell'italiano attraverso la lettura e l'illustrazione di alcune missive esemplari, pavesi e no, capaci - al di là del dato linguistico - di offrire anche uno squarcio, umanissimo e drammatico, sulle vite e sui patimenti di uomini e donne qualunque durante il conflitto.

L'iniziativa si inserisce nel programma di eventi collaterali proposti in occasione della mostra Tra il vento e la neve. Prigionieri italiani nella Grande Guerra, organizzata dai Musei Civici di Pavia e visitabile fino al prossino 27 gennaio, presso il Castello Visconteo.
 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Musei Civici del Castello Visconteo
Quando: venerdì 7 dicembre 2018
Orario: 17.30
Note:  ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti 

 
 
Pavia, 05/12/2018 (15430)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool