Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 23 ottobre 2018 (733) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Sfalloween
» Il rischio di educare
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Sul Fiume Azzurro con i nostri amici a 4 zampe
» Mistero Buffo
» Uno Stradivari al Castello Visconteo di Pavia
» Il mantello di Don Giovanni
» I manoscritti datati
» La Giustizia del Buonsenso
» Il buon cibo parla sano
» Una cesa, un pivion e du Malnat
» Eurobirdwatch
» Posidonia 2... il ritorno
» Zuppa alla Pavese 2.0
» Come la Luna dal cannocchiale
» Ibridazioni sul Mito di Frankenstein
» Madama Butterfly
» Insieme per la cattedrale
» Terra Pavese
» Marcello Venturi. Seminario di studi

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il rischio di educare
» Il Morbo di Violetta: Carlo Forlanini e la prima vittoria sulla tubercolosi
» Tra il vento e la neve Storie di prigionieri italiani nella Grande Guerra Pavia
» Gek Tessaro e il suo Pinocchio
» "Batticuore", la mostra di Antonio Pronostico
» Uno Stradivari al Castello Visconteo di Pavia
» Elliott Erwitt. Icons
» La Giustizia del Buonsenso
» I manoscritti datati
» Come la Luna dal cannocchiale
» Maugeri In Arte. Mostra di Vittorio Valente
» Marcello Venturi. Seminario di studi
» Il Patrimonio ritrovato: pergamena scoperta in una legatura seicentesca
» Il Segreto di Majorana
» Vite tinte di rosso
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15347 del 2 ottobre 2018 (173) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ma com'eri vestita?
Ma com'eri vestita?

What Were You Wearing? è un progetto ideato da Jen Brockman, direttore del Centro per la prevenzione e formazione sessuale del Kansas e da Mary A. Wyandt-Hiebert responsabile del Centro di educazione contro gli stupri dell'Università dell'Arkansas per raccontare la violenza sulle donne attraverso l'allestimento artistico dei vestiti e dei ricordi delle vittime, con lo scopo di scardinare gli stereotipi nascosti dietro la domanda che troppo frequentemente viene posta a chi subisce molestie o violenze sessuali: "Ma com'eri vestita?"

L'Associazione Libere Sinergie ha curato, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, un'edizione italiana della mostra, che arriva a Pavia su iniziativa del Comitato Unico di Garanzia dell'Università degli Studi di Pavia e dell'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune Pavia, in collaborazione con la Rete Interistituzionale Territoriale Antiviolenza di Pavia e la compagnia teatrale Tra il Dito e la Luna, con il supporto dell'Associazione Soroptimist International d'Italia-Club Pavia e il Laboratorio di sartoria creativa e artigianale Lavgon.

L'esposizione si terrà presso l'Università di Pavia dal 5 al 7 ottobre 2018  per poi spostarsi presso la Sala Sapere del Comune all'interno di Palazzo Broletto dal 7 al 14 ottobre 2018.

A completare l'evento la presentazione del libro "In dialogo. Riflessioni a quattro mani sulla violenza" di Nadia Muscialini e Mario De Maglie e la performance teatrale "Il gigante di sangue", tratta dal romanzo "2666" di R. Bolano e messa in scena dalla compagnia "Tra il dito e la luna".

Una settimana ricca di performance, riflessioni e installazioni artistiche per sfatare falsi miti e pregiudizi. 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Università di Pavia e Palazzo del Broletto
Quando: da venerdì 5 ottobre 2018 a domenica 14 ottobre 2018
Note: inaugurazione venerdì 5 ottobre, ore 11.30, aula Foscolo

 
 
Pavia, 02/10/2018 (15347)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool