Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 18 novembre 2018 (718) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» 1918-2018 Pavia e la Grande Guerra- Nuova sezione
» A tutto museo - donazione Morone
» L'ultimo canto
» Nel 1940 con Luigi Cantù
» Il Duomo e le tre Piazze
» Lo sguardo di Maria
» Quella scuola che è il nostro orgoglio
» Uno:Uno. A tu per tu con Francesco Hayez
» Apertura musei per le GEP
» Risorgimento a tutto museo
» Notte bianca al Museo per la Storia
» Storie d’acqua dolce
» Sabato al museo
» Uno:Uno con Bartolomeo Colleoni
» A tutto Rinascimento
» Da Pavia a Stoccolma, andata e ritorno
» A tu per tu con il modellino del Duomo di Pavia
» Napoleone a Pavia
» Sezione Romanica, sotto la lente...
» Lomello: un gioiello medievale

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» 1918-2018 Pavia e la Grande Guerra- Nuova sezione
» A tutto museo - donazione Morone
» I mille sapori di una passeggiata con l'autore
» Nel 1940 con Luigi Cantù
» L'ultimo canto
» Il Duomo e le tre Piazze
» Quella scuola che è il nostro orgoglio
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con Francesco Hayez
» Apertura musei per le GEP
» Mercatino del Ri-Uso
» Risorgimento a tutto museo
» Notte bianca al Museo per la Storia
» Festa del Ticino
» Storie d’acqua dolce
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 15177 del 30 aprile 2018 (362) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Guardare e non toccare è una cosa da imparare!
Guardare e non toccare è una cosa da imparare!

Sabato 5 maggio il Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pavia presenta i risultati del progetto cofinanziato da Regione Lombardia “Guardare e non toccare è una cosa da imparare! … Sarà proprio vero?”, concepito per coinvolgere pubblici ‘diversi’ (per età, abilità, esperienza) da quelli che abitualmente frequentano i musei dell’Università.

Per l’occasione il Museo di Archeologia e il Museo per la Storia dell’Università rimarranno aperti in via straordinaria con accesso gratuito dalle ore 10.00 alle ore 13.00 offrendo due visite guidate gratuite (ore 10.45 Museo di Archeologia e, a seguire, ore 11.15 Museo per la Storia dell’Università) alla scoperta delle collezioni e delle nuove acquisizioni destinate ai percorsi tattili.

Il Museo di Archeologia esporrà la ricostruzione forense della testa della mummia un ragazzo vissuto nell’Antico Egitto nel I-II sec. d.C. conservata presso il museo. La ricostruzione  è opera del Mummy Project in particolare di  Jonathan Elias, Sabina Malgora, Chantal Milani, e Francesca Motta. In mostra anche alcuni modelli anatomici in ceroplastica ispirati agli studi anatomici di Leonardo da Vinci e Antonio Scarpa. Il Museo di Archeologia nella stessa giornata presenterà il concorso ‘Amici delle mummie!’, organizzato con la collaborazione del quotidiano La Provincia Pavese, destinato a bambini e ragazzi con meno di 16 anni, per dare un nome alle due mummie conservate presso l’Egyptian Corner.

Nei Saloni del Rettorato, per l’evento del 5 maggio, il Museo di Storia Naturale, che sta riallestendo le collezioni di Palazzo Botta secondo criteri assolutamente innovativi dando ampio spazio all’interattività con la presenza di exhibit ‘hands on’ multimediali, meccanici e tattili, esporrà pannelli touch con testo, immagini e piccoli reperti tridimensionali di pelo, pelli, corna, zampe, becchi, penne.
Nel pomeriggio (ore 14.30-17-30), come ogni primo sabato del mese, sarà possibile visitare il Museo della Tecnica Elettrica (via Ferrata 6), che da alcuni anni propone percorsi specifici per il pubblico con disabilità visive tramite l’utilizzo di mappe tattili, audioguide, modellini e oggetti ‘da esplorare’. Ingresso a pagamento.
Touch to see è la filosofia a cui si è ispireranno anche alcune delle attività previste dai Musei dell’Università di Pavia anche per il 2018, come lo studio e la progettazione di nuovi oggetti tridimensionali, nuovi percorsi e laboratori pop up.

Presso il Museo di Archeologia si potrà visitare anche l’installazione dell’artista contemporanea Marta Vezzoli, che espone fino al 26 maggio prossimo, dal titolo Sguardo celato 2015, composto da otto telai tondi da ricamo sospesi, ricoperti da garze cucite a mano sulle due facce e sostenuti da un filo di seta. L’opera è in dialogo con i reperti archeologici antichi: in particolare la garza che riveste i telai da ricamo si rifà alla copertura della mummia conservata in Museo, con un’allusione al materiale che ha preservato per millenni il corpo e che ora galleggia aereo a sostenere semplici segni ricamati nel vuoto.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Sistema Museale di Ateneo dell'Università di Pavia
Quando: sabato 5 maggio 2018
Orario: 10.00-13.00
 
 
Pavia, 30/04/2018 (15177)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool