Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 25 gennaio 2020 (277) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
» Il telero di Tommasi Gatti restaurato
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Canti e storie nel bosco incantato
» La notte dei cantastorie
» Oltre lo sguardo
» L'altro Leonardo
» Looking for Monna Lisa
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15066 del 26 febbraio 2018 (1092) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Filippo Cristini. Né gli alberi si scorgono tra loro
Filippo Cristini. Né gli alberi si scorgono tra loro

La mostra presenta una selezione di opere realizzate tra il 2016 e il 2018 da Filippo Cristini, giovane artista di Como, filosofo di formazione e pittore per vocazione.

Nei suggestivi spazi del Broletto, fino al 18 marzo 2018, trovano posto le grandi tele inedite della serie "Né gli alberi si scorgono tra loro", realizzate per questa occasione e specificatamente dedicate a Pavia. Con queste opere, Cristini non rappresenta ma evoca la regolarità dei paesaggi della campagna pavese, come sul filo di una storia sospesa.

A questo filone appartiene anche la serie "The Sheltering Sky"(Il Cielo Protettivo), che propone luoghi non riconoscibili solcati da misteriosi disegni: si tratta in realtà delle mappe dei rifugi antiaerei utilizzati a Milano durante la Seconda Guerra Mondiale.
Il sentimento del pericolo imminente, della guerra che distrugge e sconvolge percorre queste opere, che mostrano un senso del tragico non comune, amplificato da una profonda ricerca sulla materia.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Spazio per le Arti contemporanee del Broletto
Indirizzo: Piazza della Vittoria
Quando: da venerdì 2 marzo 2018 a domenica 18 marzo 2018
 
 
Pavia, 26/02/2018 (15066)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool