Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 22 agosto 2018 (1143) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly
» Moro. L'inchiesta senza finale
» Incontro con Elda Lanza
» In viaggio con Mino Milani
» Letizia Moratti ospite al Nuovo
» Io e il mostro. Frankenstein, quasi una autobiografia.
» Tutta colpa del '68?
» Festa mobile. Un giro d'Italia a tappe di letture ad alta voce
» La passione della letteratura
» 4 amici al bar
» L'Africa di Andrea De Giorgio
» Alessia Gazzola al Nuovo
» Come adottare uno stile di vita alcalino
» Raccontare il territorio pavese fra banche e imprese locali
» Costantino Nigra. L'agente segreto del Risorgimento
» Dal reportage al sogno
» Ti dico la verità
» Spettri, miei compagni. Charlotte Delbo, Auschwitz e il senso della memoria
» Laviamole un pò la faccia
» Come la politica entra nelle nostre case

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Copia dal vero e fotografia
» Roberto Kusterle: Cronache da un altro mondo
» Concorso fotografico "Ci siamo!"
» Incontri d’Arte: Stefano Zacconi
» Vox Animae
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly
» Bloomsday
» Siro Comics
» Incatenarsi all'oro e al vento
» Italiani, al voto!
» La Fratelli Toso: i vetri storici dal 1930 al 1980
» Incontri d’Arte: Tomoko Nagao
» Nel segno di Olivetti
» Moro. L'inchiesta senza finale
» Il mito della Nazione
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15052 del 19 febbraio 2018 (349) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Una donna che scrisse il suo destino: Adelaide di Borgogna
Una donna che scrisse il suo destino: Adelaide di Borgogna

La prof.ssa Maria Pia Andreolli Panzarasa racconta la vita di una donna straordinaria Adelaide di Borgogna che a Pavia ebbe un ruolo singolare.

La principessa burgunda vi giunse a 6 anni, orfana del padre, come promessa sposa del giovane Lotario II. Adelaide crebbe studiando e muovendosi in una corte ostile, violenta e corrotta. Riuscì però a serbare la sua dignità e diventò la decisa, abile, generosa sovrana, che regnò in Italia e Germania. Eletta imperatrice, fu saggia consigliera del marito Ottone I di Sassonia e successivamente del figlio Ottone II, governando in Pavia; resse infine l'impero quale tutrice del nipote Ottone III.

Nella nostra città Adelaide visse momenti felici e drammatici: le nozze con Lotario, la nascita di Emma, la prigionia da parte dell'usurpatore Berengario di Ivrea, che l'aveva resa vedova, le nuove nozze con Ottone, il più potente sovrano dell'epoca, il dolore per la morte dei figli. A Pavia la vita di Adelaide si intrecciò con quella di straordinari personaggi, che collaborarono con lei. Le molteplici, dolorose prove familiari, che segnarono la sua lunga esistenza, l'odio della nuora e l'ingratitudine del nipote, da lei tanto beneficiati, non inasprirono la bontà e la generosità della "mater regnorum", cui fu impedito di terminare, come avrebbe desiderato, la sua vita a Pavia, sua amata capitale.

Morì nel monastero di Seltz, in Alsazia, il 16 dicembre 999 e per i suoi numerosi miracoli fu canonizzata da papa Urbano II nel 1097. Pavia nutre una particolare devozione per Adelaide poiché, nei secoli, è rimasto tenace il ricordo della giovane, bella, generosa sovrana, che dava udienza, soccorreva, restaurava, riformava e dotava i nostri monasteri.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Sala della Caccia, Palazzo Malaspina
Indirizzo: Piazza Malaspina 3
Quando: sabato 24 febbraio 2018
Orario: 15.30
Note:  ingresso libero

 
 
Pavia, 19/02/2018 (15052)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool