Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 24 aprile 2018 (382) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Io e il mostro. Frankenstein, quasi una autobiografia.
» Tutta colpa del '68?
» Festa mobile. Un giro d'Italia a tappe di letture ad alta voce
» La passione della letteratura
» 4 amici al bar
» L'Africa di Andrea De Giorgio
» Alessia Gazzola al Nuovo
» Come adottare uno stile di vita alcalino
» Una donna che scrisse il suo destino: Adelaide di Borgogna
» Raccontare il territorio pavese fra banche e imprese locali
» Costantino Nigra. L'agente segreto del Risorgimento
» Dal reportage al sogno
» Ti dico la verità
» Spettri, miei compagni. Charlotte Delbo, Auschwitz e il senso della memoria
» Come la politica entra nelle nostre case
» Il nuovo volto dell'archeologia nel Vicino Oriente
» Incontro con Laura Silvia Battaglia
» Il pranzo è servito
» "A ruota libera" con Gabriella Kuruvilla
» Incontro con Raffaele Cantone

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Mostra d'arte leggera e inconsapevole
» Pavia Monasteri Imperiali. Un anno di indagini, scoperte e progetti
» Io e il mostro. Frankenstein, quasi una autobiografia.
» Giornata del libro e delle rose
» Scienza under 18
» Tutta colpa del '68?
» Cantami o diva - donne del mito greco
» Quattro chiacchiere con Mimmo Sorrentino
» Rinnovare l’antico
» Il ferimento e la morte di Ferdinando Francesco d’Avalos
» Festa mobile. Un giro d'Italia a tappe di letture ad alta voce
» Giornata internazionale "Rom Sinti e Caminanti"
» Urbex Pavia Rewind
» Miti scientifici e come sfatarli
» Goya. Follia e ragione all’alba della modernità
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15016 del 23 gennaio 2018 (256) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Laviamole un pò la faccia
Laviamole un pò la faccia

Nell'antico centro storico di Pavia, nel cuore della città, ha sede la Basilica di San Teodoro, una delle chiese più antiche e più importanti, simbolo dell'identità e della storia della città, luogo deputato al culto di San Teodoro, patrono di pescatori, barcaioli e commercianti che un tempo, con le loro attività commerciali, animavano le rive del fiume.

Domenica 28 gennaio la chiesa di San Teodoro ospiterà un incontro con i curatori del restauro di due dipinti attribuiti a Carlo Sacchi (Adorazione dei Magi) e a Bernardino Lanzani (Trittico dell'Ascensione). Il primo pittore è meno noto, di lui si sa che nasce a muore a Pavia (1616-1707) ed è conosciuto anche come incisore e disegnatore appartenente alla nutrita schiera di pittori barocchi che hanno riempito le chiese di opere anche di buona fattura. Bernardino Lanzani è un noto pittore del 400 lombardo, nato nel 1450 a San Colombano al Lambro, allievo e poi seguace del Bergognone attivo soprattutto a Pavia e nel Pavese.

La cornice dell'incontro si commenta da se, siamo in una delle più belle chiese della città che ospita pregevoli affreschi sulla storia di Santa Agnese e di San Teodoro unitamente a quelli con viste di Pavia (1524) attribuiti a Bernardino Lanzani con interessanti dettagli del ponte coperto, del castello visconteo e delle torri medievali.

L'appuntamento con i curatori del restauro (Cristina Ansaloni e Vincenzo Maggi), previsto per le ore 15, è organizzato dai Volontari del Touring Club Italiano (Club di Territorio di Pavia) che auspicano una nutrita partecipazione all'evento anche allo scopo di farsi conoscere come attori no profit per la valorizzazione delle bellezze artistiche della città e come gruppo aperto a ulteriori nuove adesioni.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Basilica di S. Teodoro
Indirizzo: piazza S. Teodoro
Quando: domenica 28 gennaio 2018
Orario: 15.00
 
 
Pavia, 23/01/2018 (15016)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool