Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 20 novembre 2017 (470) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Il Futuro dell’Immagine
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» Il naso della Sfinge
» A Londra con mia figlia
» Un comunista a Vigevano
» Pavia, silenziosi scatti
» L'importante è che torni il sole
» I Longobardi oltre Pavia: conquista, irradiazione, intrecci culturali
» Mino Milani, Il castello
» Il mercante dei quadri scomparsi
» L'incredibile cena dei fisici quantistici
» Musica & Poesia tra il Mondo e l’Universo

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Africa da immaginario e realtà
» Incontro con Mino Milani
» Informazione e disinformazione tra Rete e realtà
» The Dead City Project
» Il Futuro dell’Immagine
» Conversazioni pavesi con Daniele Novara
» Abitare la bellezza
» Studi sull'alto medioevo pavese
» Da Ninive a Mosul
» Design e Arte per la Ricerca Scientifica
» Dondi e Petrarca: un'amicizia tra Padova e Pavia
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Limyè
» Medicina e narrazione, quali i rapporti?
» Incontro con Franco Roberti
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14920 del 9 novembre 2017 (53) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
"Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”

Mons. Vincenzo Paglia, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia ed autore del libro “Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”, dialogherà con Salvatore Veca, già Professore di Filosofia Politica all'Università di Pavia.

C'è contrapposizione fra "buona morte" e "dolce morte"? E ancora: dove comincia e dove finisce la dignità del vivere e del morire? In Europa e nel mondo sono in crescita i Paesi che hanno approvato una legge sull'eutanasia e sul suicidio assistito. Il "diritto alla vita" presume anche un "obbligo alla vita"? E con quale prerogativa la società vieta di voler morire se liberamente lo si sceglie? Vincenzo Paglia affronta con estrema delicatezza e lucidità tutti gli aspetti legati al "fine vita" che continuano a suscitare aspri confronti in Italia e nei Paesi europei. L'autore insiste sulla necessità di allargare gli orizzonti evitando gabbie ideologiche o ambigue urgenze legislative. Sono in campo profonde dinamiche affettive, culturali e spirituali e sarebbe riduttivo trattare i problemi al di fuori di una visione umanistica e sapienziale.

Paglia vuole mettere in guardia un Occidente che pare aver posto nel dimenticatoio alcune grandi verità: ogni persona, unica e irripetibile, è patrimonio dell'umanità; gli anziani e i morenti possono insegnarci qualcosa fino all'ultimo respiro; a nessuno piace morire dimenticato; solo accettando il traguardo della morte - che tutti ci affratella - potremo avere una vita intensa, feconda di relazioni personali autentiche e di valori umani condivisi, una vita degna di essere vissuta, fino alla fine

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Aula Magna dell'Università di Pavia, Polo Centrale
Indirizzo: Piazza Leonardo da Vinci 12
Quando: martedì 14 novembre 2017
Orario: 20.45
 
 
Pavia, 09/11/2017 (14920)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool