Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 20 novembre 2017 (454) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Una giuria di sole donne
» Guarda come bolla
» Suzanne
» A letto dopo carosello
» Filastrocchevolmente
» Tra la vita e le more
» La Famiglia Mirabella
» Pinocchio
» Il sogno di un uomo ridicolo
» La Stagione del Teatro Sociale Stradella
» Idiots
» Bianco
» Una giuria di sole donne
» Marea
» Giuseppe il Misericordioso
» The foam circus
» Agata e l’uovo di cioccolato
» La Lettera
» La Famiglia Mirabella
» I due Cyrano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» I me murus
» Una giuria di sole donne
» Guarda come bolla
» A letto dopo carosello
» Suzanne
» Filastrocchevolmente
» Tra la vita e le more
» Sguardi Puri: Ridateci la verità!
» La Famiglia Mirabella
» Sbulloniamo
» Andà e gnì con Rosanna à l’è tut un rùsì
» Pinocchio
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» Il sogno di un uomo ridicolo
» Visita con delitto
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 14905 del 27 ottobre 2017 (129) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La guerra dei Roses
 La guerra dei Roses

La grandezza dell’amore si esprime in questa commedia attraverso la sua fine. Adler ci pone di fronte ad una delle più potenti e straordinarie deflagrazione umane: la separazione di un uomo e una donna che hanno condiviso un grande amore. Non c’è al mondo espressione più sconvolgente della potenza dell’essere umano, non a caso il titolo la paragona ad una guerra, e non solo, ad una delle più sanguinose guerre della storia inglese, una guerra nata in “casa” appunto, la guerra tra due rami della stessa famiglia, la guerra delle due rose.

La messa in scena racconta appunto di una guerra, due schieramenti, e volutamente si è scelto di affidare tutti i personaggi a solo quattro interpreti, due uomini e due donne, in campo a combattere per la propria legittimità su questo pianeta.

Così Filippo Dini, regista de La guerra dei Roses introduce la commedia in scena al Teatro Fraschini dal prossimo 6 novembre con protagonisti Ambra Angiolini, Matteo Cremon, Massimo Cagnina e Emanuela Guaiana.

Il romanzo di Warren Adler, che ha acquistato fama attraverso la versione cinematografica con Kathleen Turner e Michael Douglas, racconta la lenta separazione tra i coniugi Rose: lui ambizioso, lei obbediente ma non sottomessa.

Una commedia comica e insieme crudele, ricca di risvolti spietati che smascherano le ipocrisie.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Teatro Fraschini
Indirizzo: Corso Strada Nuova 196
Quando: da lunedì 6 novembre 2017 a mercoledì 8 novembre 2017
Orario: 21.00
 
 
Pavia, 27/10/2017 (14905)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool