Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 22 marzo 2019 (367) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Ultimo respiro
» Visita alla chiesa di San Francesco
» Violetta e le altre...
» Sulle tracce di Bernardino a Pavia
» Alla scoperta di Carlo Forlanini
» Sotto la Cupola
» Cena di frontiera
» Pavia in guerra
» Uno:Uno Kids: l'album fotografico di Maria Cozzi
» Visita al Museo di Archeologia
» Nuova sezione permanente: la 'Sala del collezionista. Grafica e arti minori'
» Mercatino di Natale e visita guidata del centro storico Bagnaria
» Visite in festa - Verso Santa Maria delle Grazie
» Sabato al museo
» Uno:Uno. A tu per tu con Maria Cozzi
» 1918-2018 Pavia e la Grande Guerra- Nuova sezione
» A tutto museo - donazione Morone
» Nel 1940 con Luigi Cantù
» L'ultimo canto
» Il Duomo e le tre Piazze

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Mario Giordano presenta il libro "L'Italia non è più italiana"
» I grandi misteri della Fisica al Collegio Borromeo
» Incontro con Paolo Rumiz
» L'estetica del vero
» Pavia in poesia 2019
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» PaviArt - Settima edizione
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» Non erano eroi ma giornalisti. La libertà di informare oggi
» L’origine dell’uomo secondo Edoardo Boncinelli - RINVIATO
» Pi Greco Day 2019
» L'energia dei segni e dei sogni
» Scrivere Storie
» Sudario Brando: Live painting
» Il Rapporto Ispi 2019 diventa show
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14904 del 26 ottobre 2017 (880) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A tu per tu con i Tarocchi del Mantegna
A tu per tu con i Tarocchi del Mantegna

Il settimo appuntamento con l’iniziativa Uno:Uno. A tu per tu con l’opera, organizzata dai Musei Civici del Castello Visconteo, è in programma domenica e sarà dedicato alla scoperta dei cosiddetti Tarocchi del Mantegna, meravigliose incisioni simili a carte da gioco italiane.

Il mazzo fu realizzato a Ferrara attorno alla metà del XV secolo, l’autore non fu Mantegna, ma un artista di ambito ferrarese che operò all’inizio degli anni Sessanta del Quattrocento. Probabilmente operante nel mondo delle miniature viene identificato come Maestro E dalla lettera che compare nelle prime dieci carte.

Le incisioni sono divise in cinque serie di dieci figure secondo un’ideale ascesa verso Dio. La prima rappresenta le condizioni umane, nelle quali il Re è subordinato solo all’Imperatore e al Papa, considerato come il più importante. La posizione sul trono richiama i Tarocchi Visconti-Sforza ed è di gusto tardo gotico, tipico delle carte lombarde. In altri mazzi i re sono rappresentati come imperatori romani, mentre in questo la figura appare abbigliata come un signore lombardo, con la mano leziosamente appoggiata su un fianco. La seconda serie è dedicata ad Apollo e le Muse, la terza alle arti e alle scienze liberali, la quarta ai principi cosmici e virtù religiose. L’ultima serie di dieci carte invece ai pianeti, sfere celesti e Dio.

Numerosi appaiono i rimandi all’artista Andrea Mantegna, come ad esempio la resa fisionomica dei personaggi, l’utilizzo dell’incisione cara all’artista, l’attenzione all’antico e alla mitologia greca e romana. Importanti e antiche le fonti per questa opera tout court che in sè raccoglie arte, cultura e sapienza.

La conferenza sarà presentata dalla dott.ssa Cristina Dorsini.
 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Ritrovo presso la biglietteria dei Musei Civici
Indirizzo: Castello Visconteo
Quando: domenica 29 ottobre 2017
Orario: 16.00
Note: L’ingresso a Uno:Uno è gratuito per tutti i possessori della MY MUSEUM CARD, la carta che (al prezzo di 18 euro) apre le porte dei Musei Civici del Castello Visconteo per 365 giorni: una vera e propria tessera fedeltà – annuale e nominale – che consente l'accesso illimitato alle collezioni museali e alle mostre organizzate dai Musei Civici, la partecipazione gratuita a tutti gli eventi collaterali e riduzioni speciali per le mostre delle Scuderie e gli acquisti al bookshop. Per chi non fosse in possesso della MY MUSEUM CARD, l'iniziativa è aperta al costo simbolico di 1 euro: un piccolo contributo alla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città.

 
 
Pavia, 26/10/2017 (14904)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool