Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 20 novembre 2017 (394) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Una giuria di sole donne
» Guarda come bolla
» Suzanne
» A letto dopo carosello
» Filastrocchevolmente
» La guerra dei Roses
» La Famiglia Mirabella
» Pinocchio
» Il sogno di un uomo ridicolo
» La Stagione del Teatro Sociale Stradella
» Idiots
» Bianco
» Una giuria di sole donne
» Marea
» Giuseppe il Misericordioso
» The foam circus
» Agata e l’uovo di cioccolato
» La Lettera
» La Famiglia Mirabella
» I due Cyrano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» I me murus
» Una giuria di sole donne
» Guarda come bolla
» A letto dopo carosello
» Suzanne
» Filastrocchevolmente
» La guerra dei Roses
» Sguardi Puri: Ridateci la verità!
» La Famiglia Mirabella
» Sbulloniamo
» Andà e gnì con Rosanna à l’è tut un rùsì
» Pinocchio
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» Il sogno di un uomo ridicolo
» Visita con delitto
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 14897 del 23 ottobre 2017 (204) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Tra la vita e le more
Tra la vita e le more

Torna in scena ARGINI, la rassegna teatrale organizzata da In Scena Veritas, associazione che da ormai 17 anni promuove sul territorio della provincia di Pavia la cultura del teatro, attraverso corsi, seminari e spettacoli. La stagione 2017/2018 vedrà alternarsi, sul palco del Teatro Marcello Mastroianni di San Martino Siccomario (PV), ritorni e novità.

A inaugurare gli Argini di In Scena Veritas lo spettacolo Tra la vita e le more. Un racconto di infanzie incrociate, produzione LeMat e Locanda Spettacolo. Tra la vita e le more è scritto, diretto e interpretato da Francesca Biffi e Matteo Curatella (LeMat), attori e narratori di storie, collegati tra loro da insoliti e intimi incroci.

Saranno proprio gli intrecci delle loro infanzie a essere i protagonisti di questo spettacolo a quattro mani.

Tra la vita e le more riporta a una terra, che sta sospesa nella memoria di ciascuno di noi. Quel luogo sicuro dove poter tornare sempre, che rimane in noi, anche se la vita ci porta altrove. Quel luogo che riconosciamo nell'accento, nel linguaggio e in certi gesti inconsapevoli, che tutti chiamano la "mia terra", quella delle proprie origini, ricevuta per nascita e non per scelta, per sangue prima che col cuore.
È fatta di ricordi, leggende popolari, aneddoti di famiglia, fotografie ingiallite e persone che “restano addosso” come una canzone, una ninna nanna lieve. In questa terra sospesa, Francesca e Matteo entrano a piedi scalzi per ritrovare le loro prime impronte e lasciarne di nuove, per raccontarsi l'un l'altro delle infanzie trascorse sul bordo di un fiume, il Po e il Ticino, ma anche il nord ed il sud, le magiche creature della cupa e le iniziazioni contadine, le lettere scritte dai nonni al fronte e le feste per natale e capodanno. Ecco in scena, allora, l’atmosfera di una vecchia locanda di campagna, l’atmosfera di una sera in cui, da bambini, si guardava i “grandi” ridere insieme e raccontare, raccontare, raccontare... fino a notte fonda.

Francesca e Matteo, tornano così alle loro origini, immergendosi nella propria terra fino alle radici per recuperare il senso profondo del narrare e riconoscersi Cantastorie.
 
 Informazioni 
Dove: San Martino Siccomario - Teatro Marcello Mastroianni
Indirizzo: Via Piemonte 8
Quando: sabato 28 ottobre 2017
Orario: 21.00
Note: Ingresso: 10 euro intero, ridotto 8 euro
È possibile prenotare i propri posti dal sito: www.inscenaveritas.com
Per informazioni: cell – 339/5373945

 
 
Pavia, 23/10/2017 (14897)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool