Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 23 ottobre 2017 (1706) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un pomeriggio in Kurdistan
» Andà e gnì con Rosanna à l’è tut un rùsì
» Sbulloniamo
» 2 passi nella Grande Foresta
» Libri in Libertà
» Dolomiti: un patrimonio da tutelare, una scogliera fossile da scoprire"
» Giornata della castagna
» E pensare che c'erano Gaber e Jannacci...
» Letture dell'Adelchi di Alessandro Manzoni
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» Domenica di carta
» Mostra dei Funghi
» Echi longobardi a Pavia e oltre
» Visita con delitto
» Biblioteca Universitaria: apertura straordinaria
» A tu per tu con Laocoonte
» Antiche cultivar ortive e agronomiche locali (landrace)
» Chiare fresche dolci acque del Ticino
» Aspettando le antiche varietà
» Pane in Piazza

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Tracce. Percorsi Longobardi
» Un pomeriggio in Kurdistan
» Emilio Cavallini. Oltre la tela – Evoluzione di fibre filate di calze
» Seminari Ghslieriani di Psicoanalisi
» Libri in Libertà
» Un Taramelli che parla di Taramelli
» Barbari? Qualche idea sui Longobardi
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» Mercatino dei Piccoli
» Contempora Langobardorum
» Letture dell'Adelchi di Alessandro Manzoni
» Robert Doisneau: Pescatore d’immagini
» Nextvintage d'autunno
» Domenica di carta
» L’universo ad orologeria
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14880 del 12 ottobre 2017 (45) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
I manoscritti restaurati
I manoscritti restaurati

I Kiwanis Club Pavia, Pavia Ticinum e Pavia Visconteo hanno deciso d’investire nella cultura e nella città ed, a tal fine, hanno finanziato il restauro di due manoscritti della Biblioteca Universitaria di Pavia.

La restauratrice Francesca Toscani presenterà, martedì pomeriggio,  il lavoro svolto sui manoscritti Aldini 462 e Aldini 528.

L’Aldini 462 è un manoscritto in pergamena del secolo XV, con legatura in tavola e cuoio impresso, che contiene diverse opere di argomento religioso e proviene, molto probabilmente, dalla Basilica di S. Pietro in Ciel d’Oro.
L’Aldini 528 è l’Iconographia nollullarum herbarum di Damiano Mascaroni, monaco della Certosa di Pavia che nel 1779 dipinse ad acquerello cento tavole di fiori ed erbe tipici del territorio pavese.

Grazie al Kiwanis questi manoscritti, entrambi con un forte legame con il territorio, hanno ritrovato le condizioni ottimali per la conservazione e la tutela 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone Teresiano - Biblioteca Universitaria
Indirizzo: Strada Nuova, 65
Quando: martedì 17 ottobre 2017
Orario: 17.30
 
 
Pavia, 12/10/2017 (14880)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti