Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 18 dicembre 2017 (457) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Sogni in scatola
» Siamo sulla stessa barca
» 4^ Scarpadoro di Babbo Natale
» Sinfonia Gastronomica
» Racconto – Il contadino e il maslé
» Pavia, crossroads of Europe
» La Prima della Scala a Pavia
» Hacker, archivi e simulatori: la riscoperta della prima CEP
» Pasternak, Feltrinelli e la pubblicazione de Il dottor Živago
» I "giardini" nel Vicino Oriente antico
» Silvia canta il Musical
» Winter dreams
» So Kind così gentile Dracula
» Un amore di cucina
» Matteo Bussola: A Contemporary Storyteller
» Ultimo week end: saluto ai Longobardi
» Salvare la Mesopotomia
» Città per la Vita - Cities for Life
» Giochi da tavolo
» Il cellulare ci spia…

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Un capolavoro in Castello
» Era Pavia
» Il nuovo volto dell'archeologia nel Vicino Oriente
» Racconto – Il contadino e il maslé
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Incontro con Laura Silvia Battaglia
» Un nodo al fazzoletto
» Pasternak, Feltrinelli e la pubblicazione de Il dottor Živago
» Il pranzo è servito
» I "giardini" nel Vicino Oriente antico
» Pavia Art Talent
» Emozioni in armonia
» Africa da immaginario e realtà
» Vigevano tra cronache e memorie
» "A ruota libera" con Gabriella Kuruvilla
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14880 del 12 ottobre 2017 (113) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
I manoscritti restaurati
I manoscritti restaurati

I Kiwanis Club Pavia, Pavia Ticinum e Pavia Visconteo hanno deciso d’investire nella cultura e nella città ed, a tal fine, hanno finanziato il restauro di due manoscritti della Biblioteca Universitaria di Pavia.

La restauratrice Francesca Toscani presenterà, martedì pomeriggio,  il lavoro svolto sui manoscritti Aldini 462 e Aldini 528.

L’Aldini 462 è un manoscritto in pergamena del secolo XV, con legatura in tavola e cuoio impresso, che contiene diverse opere di argomento religioso e proviene, molto probabilmente, dalla Basilica di S. Pietro in Ciel d’Oro.
L’Aldini 528 è l’Iconographia nollullarum herbarum di Damiano Mascaroni, monaco della Certosa di Pavia che nel 1779 dipinse ad acquerello cento tavole di fiori ed erbe tipici del territorio pavese.

Grazie al Kiwanis questi manoscritti, entrambi con un forte legame con il territorio, hanno ritrovato le condizioni ottimali per la conservazione e la tutela 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone Teresiano - Biblioteca Universitaria
Indirizzo: Strada Nuova, 65
Quando: martedì 17 ottobre 2017
Orario: 17.30
 
 
Pavia, 12/10/2017 (14880)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool